Spazio, guarita da un tumore, sarà presto in orbita la più giovane astronauta americana

23 febbraio 2021, ore 22:30 , agg. alle 08:10

Hayley Arceneaux, 29 anni, parteciperà alla prima missione di soli civili sul Falcon 9 di Space X, la compagnia di Elon Musk

Aveva 10 anni quando si ammalò di cancro alle ossa e venne curata, con successo, al St. Jude Pediatric Hospital di Memphis, in Tennessee. Oggi, Hayley Arceneaux, assistente medico presso l'ospedale che la salvò, si prepara a diventare la più giovane astronauta della storia americana, la prima con protesi artificiali, e anche un membro del primo equipaggio composto da soli civili che andrà in orbita. Insieme a tre compagni di viaggio, Hayley parteciperà alla missione Inspiration 4 a bordo del Falcon 9 di Space X, la compagnia di Elon Musk. Il volo è in programma nel terzo trimestre del 2021, anche se la data non è ancora stata fissata. Il decollo avverrà dalla base spaziale Kennedy, in Florida. Il viaggio intorno alla Terra durerà alcuni giorni.


La prima missione spaziale di soli civili

L'equipaggio della missione Inspiration 4 sarà composto da quattro civili: per la prima volta, dunque, non ci saranno astronauti professionisti. Il progetto è finanziato dal 38enne miliardario americano Jared Isaacman, pilota, che sarà a bordo del razzo con Hayley. Gli altri due membri dell'equipaggio non sono ancora stati scelti. L'obiettivo della missione è raccogliere fondi per l'ospedale St. Jude, che cura gratuitamente bambini malati: la cifra da raggiungere è 200 milioni di dollari. Hayley Arceneaux, che lavora al St. Jude da due anni, sarà il medico di bordo.


Tutti i record di Hayley

Sopravvissuta ad un cancro alle ossa che l'aveva colpita quando era bambina, Hayley Arceneaux si era ripromessa che, se fosse diventata grande, sarebbe diventata un'infermiera per aiutare gli altri. A quasi vent'anni di distanza, il suo sogno è andato ben oltre le aspettative. Oggi, infatti, lavora come assistente medico proprio al St. Jude e, con la partenza a bordo del Falcon 9, diventerà la più giovane americana mai andata in orbita. Non solo: sarà la prima persona a viaggiare nello spazio pur avendo delle protesi artificiali, un elemento che fino a poco tempo avrebbe impedito a chiunque di andare in orbita poiché gli astronauti devono essere perfetti dal punto di vista fisico. Hayley, invece, porta delle protesi d'acciaio nella gamba sinistra a causa della malattia. La sua partecipazione a bordo del Falcon 9 vuole essere d'ispirazione per tutti i bambini che sono ancora in cura. “Vorrei incoraggiare i miei pazienti ad avere grandi sogni e non porre limiti a se stessi. E spero di mostrare loro che tutto è possibile” – ha dichiarato Hayley alla Cnn.

Spazio, guarita da un tumore, sarà presto in orbita la più giovane astronauta americana
Tags: Jared Isaacman, spazio, Hayley Arceneaux

Share this story: