Venezia 73, il Leone d’Oro a The Woman Who Left di Lav Diaz

10 settembre 2016, ore 21:08 , agg. alle 21:50

Un film “da Venezia” ha trionfato anche quest’anno al Festival un'opera da quasi 4 ore…

Già nel pomeriggio si era avvistata per il Lido la sagoma dello stilista e regista Tom Ford. Un ritorno, dato che il suo film fu proiettato nei primissimi giorni di Festival. Così gli è toccato il Gran Premio della Giuria, per il suo  “Nocturnal Animal”, adattamento del romanzo di Austin Wright.
Ex equo invece il Leone d’Argento per due film molto diversi nel loro genere: il più sperimentale "La region selvaje" e il più canonico "Paradise" di Andrei Koncalovskij.
E infine il premio più ambito: il Leone d’Oro. Se lo è aggiudicato Lav Diaz, con il suo film "The woman who left". Un dramma filippino in bianco e nero della modica durata di tre ore e quarantacinque minuti.

Venezia 73: il Leone d’Oro a “The Woman Who Left” di Lav Diaz

Entro per un attimo nella sfera del gusto personale (categoria: “tutti allenatori al lunedì mattina”): il film di Lav Diaz è senza ombra di dubbio un’ottima pellicola, ma mai le avrei aggiudicato il primo premio di questo Festival. La storia è molto articolata e diluita nella giusta misura per la durata del film, manca però, a mio giudizio, una vasta intelligibilità dell’opera. La regia, per adattarsi al meglio alla durata, è estremamente lenta (un’inquadratura a scena) e dunque richiede un'estrema attenzione.
Coppa Volpi per Miglior Attore e Migliore Attrice è andata rispettivamente a: Oliver Martinez per “El Ciudadano Illustre” e Emma Stone per “La La Land”.
Mi sento anche di segnalarvi la vittoria per la sezione Orizzonti di una regista italiana: Federica Di Giacomo, con il film “Liberami”. Un documentario sulla pratica dell’esorcismo in Italia. Un’opera per cui vale tutto un biglietto del cinema.
In definitiva: è andata come da programma. Personalmente avrei privilegiato scelte diverse, se vogliamo più tradizionali, come “Paradise” o “Jackie”, ma la giuria presieduta dal regista Sam Mendes non ha tradito le aspettative veneziane.

Ci sentiamo presto per l’uscita nelle sale di tutti i film di questa Mostra e non mi resta che darci appuntamento all’anno prossimo, qui dal Lido di Venezia. Cià!


Tags: cinema, emma stone, jackie, lav diaz, liberami, sam mendes, the woman who left, tom ford, venezia 73

Share this story: