Barbados diventa una repubblica presidenziale: in una cerimonia celebrato l'addio alla Regina e alla monarchia

30 novembre 2021, ore 09:31

La patria di Rihanna ora ha una Presidente e non sarà più un protettorato britannico, pur restando nel Commonwealth; un anno fa, l'isola caraibica ha votato il trapasso dalla monarchia alla repubblica: il principe Carlo presente alla cerimonia

Il piccolo stato caraibico si è autoproclamato ufficialmente una repubblica, rimuovendo la regina Elisabetta II dal suo titolo di Capo di Stato, in una cerimonia alla presenza del figlio, il principe Carlo. Durante questa cerimonia, lo Stendardo reale britannico è stato ritirato e il governatore generale Dame Sandra Mason ha prestato giuramento come primo Presidente dell'isola caraibica.

Barbados, un paradiso patria di Rihanna e del rum

L'isola di 287.000 abitanti nota per le sue spiagge paradisiache, il suo rum e per aver dato i natali alla superstar mondiale, Robyn Rihanna Fenty, meglio conosciuta come Rihanna,  mette così fine a secoli di sottomissione alla corona britannica. Il nuovo presidente, Dame Sandra Mason era stata eletta in ottobre a suffragio universale diretto. Proprio Rihanna  è arrivata nel Paese, durante il fine settimana, per partecipare alle celebrazioni.

Per l'addio alla monarchia, presente il principe Carlo

 Il principe di Galles, Carlo d'Inghilterra, è arrivato domenica sull'isola per conto della regina per partecipare alle cerimonie ufficiali, in concomitanza con la celebrazione di oggi del 55esimo anniversario dell'indipendenza del Paese dall'impero britannico. Mesi fa, il  governo del piccolo Stato caraibico, ha votato il trapasso da monarchia a repubblica, che è stato ufficializzato ieri a mezzanotte alla presenza dell'erede al trono britannico. Per la prima volta nella Storia, un membro della famiglia reale ha partecipato alla cerimonia di un Paese del Commonwealth diventato repubblica. Ma Barbados, pur restando nel Commonwealth, è anche il primo che recide i rapporti con la Corona dalla decolonizzazione esauritasi a fine secolo scorso: ultime le Mauritius nel 1992. Da ieri notte infatti, quattro secoli dopo l'arrivo qui di una barca inglese, nel 1625, che intestò l'isola a re Giacomo I, Barbados ha rimosso la parola "Royal" dal suo stendardo.

Dopo la Regina, una Presidente

Dame Sandra Mason è  stata eletta presidente quasi all’unanimità dal Parlamento, solo un membro si è rifiutato di votare. Mason ha 72 anni ed è anche stata la prima donna a ricoprire la carica di giudice della Corte d’Appello dell’isola caraibica. Dal 2018 ricopre la carica di governatore generale, ed è una personalità solida all’interno della comunità.   "È giunto il momento di lasciarci alle spalle il nostro passato coloniale", annunciò un anno fa il primo ministro Mia Mottley, dopo la  formalizzazione del passaggio dalla monarchia alla repubblica. "È la nostra definitiva dichiarazione di fiducia in chi siamo e cosa siamo in grado di ottenere" aveva sottolineato.

Barbados diventa una repubblica presidenziale: in una cerimonia celebrato l'addio alla Regina e alla monarchia
Tags: barbados, Commonwealth, rihanna, UK

Share this story: