Canale di Suez, la navigazione è momentaneamente sospesa, estreme difficoltà per rimuovere la nave che lo blocca

25 marzo 2021, ore 13:00 , agg. alle 15:25

La Ever Given, nave cargo da 220mila tonnellate, si è arenata martedì e impedisce la navigazione in entrambe le direzioni

L'Autorità per il Canale di Suez ha annunciato questa mattina che la navigazione è temporaneamente sospesa mentre otto rimorchiatori sono al lavoro per rimuovere la 'Ever Given', nave cargo di 220mila tonnellate lunga 400 metri che si è arenata ieri impedendo la circolazione in entrambe le direzioni. Secondo una nota dell'Autorità al momento sono almeno 150 le navi in attesa di attraversare il canale.


L'armatore dice che sarà difficile disincagliare la nave

La situazione è molto complicata. Si stima che il blocco del Canale di Suez fermi traffico marittimo per un valore di circa 9,6 miliardi di dollari al giorno. L'armatore giapponese Shoei Kisen Kaisha, proprietario della nave Ever Given, ha reso noto che sta avendo "estreme difficoltà" a disincagliarla. Sul suo sito internet l'armatore si è scusato per l'incidente spiegando di lavorare in cooperazione con la società di gestione Bernard Schulte Shipmanagement, e che finora non si sono registrate perdite di petrolio o feriti tra il personale a bordo. Il portacontainer, lungo 400 metri e largo circa 60, era partito da Yantian, in Cina, ed era diretto verso il porto di Rotterdam, in Olanda, prima di incagliarsi nelle prime ore di martedi' mattina.


Le perdite economiche

"Le perdite del Canale di Suez a causa dell'interruzione della navigazione hanno raggiunto i cento milioni di dollari" e "questo si aggiunge a quello che il Canale pagherà come indennizzo alle navi" che sono bloccate per l'arenamento del portacontainer Ever Given: lo ha affermato una fonte dell'Authority che gestisce la grande via d'acqua egiziana. La fonte ha segnalato inoltre che per disincagliare il cargo viene utilizzata la draga 'Mashour' che era la più grande al mondo al momento della sua entrata in servizio nel 1996 e che ha due pompe con una capacità di 5.400 kilowatt ciascuna. Si tratta dell'unico battello di questo tipo a disposizione dell'Authority per operare nel settore sud. 

Canale di Suez, la navigazione è momentaneamente sospesa, estreme difficoltà per rimuovere la nave che lo blocca

Il Canale di Suez è una delle tratte marittime più utilizzate nel mondo. Situato in Egitto, a ovest della penisola del Sinai, tra Porto Said sul mar Mediterraneo e Suez (al-Suways) sul Mar Rosso, è una rotta cruciale sia per il trasporto dei beni di consumo che per il petrolio. Il canale, che è stato realizzato dal francese Ferdinando de Lesseps su un progetto dell'ingegnere italiano Luigi Negrelli, è stato inaugurato il 17 novembre del 1869 dopo dieci di anni di lavori.


Il canale è strategico per il commercio mondiale

Il Canale, che collega l'Europa e l'Asia, ha un valenza altamente strategica. Circa il 12% del commercio mondiale, infatti, passa attraverso il Canale di Suez: circa il 7% del commercio mondiale di petrolio via mare passa attraverso Suez; cosa che rende il Canale il 4° chokepoint più importante e strategico al mondo. I transiti attraverso il Canale hanno mostrato una notevole resilienza agli effetti della pandemia oltrepassando il miliardo di tonnellate di merci nel 2020. Il numero totale di transiti per l'anno 2020 è stato di 18.829 navi.


Il peso di Suez per l'Italia

La rotta degli scambi via mare tra l'Italia ed i paesi asiatici passa attraverso Suez che è uno snodo fondamentale anche per il progetto cinese della Via della Seta. Nel 2020 questi sono stati pari a 82,8 miliardi di euro, ovvero il 40,1% del commercio marittimo complessivo del nostro Paese.  Per quanto riguarda le navi che attraversano il canale si registrano 5.113 transiti di Dry Bulker (navi che trasportano carichi secchi), in aumento del 21,7% nel 2020, 5.006 transiti di Tankers-navi petroliere (-3%), 4.710 i transiti delle navi portacontainer (-12,4%). Più del 20% delle navi in transito per Suez è nuovo naviglio (ha attraversato il canale per la prima volta nel 2020), attratte dagli sconti tariffari nuovi introdotti nel periodo Covid-19.


I dati del Canale di Suez

In termini finanziari, rileva il Centro Studi di Intesa Sanpaolo, il 2020 è stato il terzo anno più ricco nella storia del Canale, i cui ricavi per il 2020 sono stati pari a 5,61 miliardi di dollari, in calo del 3,3% rispetto ai 5,8 miliardi di dollari dell'anno precedente (5,3 miliardi di dollari nel 2014). L'episodio della mega-nave portacontainer Ever Given incagliata nel Canale di Suez, che sta paralizzando temporaneamente il transito, sottolinea Massimo Deandreis, Direttore generale Srm, "mostra con chiarezza l'importanza strategica del Canale ulteriormente aumentata dopo il raddoppio ultimato nel 2015. Per l'Italia in particolare circa il 40% di tutto il nostro import-export marittimo transita da quel punto strategico. Questo incidente dimostra che il nostro Paese deve investire nell'efficienza di portualità e logistica anche per meglio fronteggiare gli effetti negativi di crisi o blocchi, anche solo temporanei, come si spera sia questo".

Tags: canale di suez, egitto, ever given, traffico merci

Share this story: