Casa, calano gli acquisti, i mutui giù quasi del 30%. I notai, a fine anno il mercato immobiliare calerà del 10,5%

Casa, calano gli acquisti, i mutui giù quasi del 30%. I notai, a fine anno il mercato immobiliare calerà del 10,5%

Casa, calano gli acquisti, i mutui giù quasi del 30%. I notai, a fine anno il mercato immobiliare calerà del 10,5% Photo Credit: Fotogramma.it


Un po' meno "casa dolce casa", il rapporto dei notai sul mercato del mattone certifica una flessione. Per proseguire con i modi di dire, oggigiorno, "il gioco non vale la candela", nei primi sei mesi dell'anno sono calate le compravendite e anche i mutui

La casa, tradizionale "bene-rifugio" degli italiani, ha perso (un po') di smalto nei primi sei mesi di quest'anno: le compravendite sono, infatti, complessivamente diminuite dell'8,7%, con punte negative del 9,6% a Roma, del 10,3% a Firenze e del 12,4% a Bari. E peggio ancora sono andati i mutui contratti per diventare proprietari delle sospirate "quattro mura", giacché, complice il quadro finanziario internazionale non sereno, sono calati di quasi il 30% (precisamente del 29,5%), segnale, questo, dell'effetto della salita dei tassi di interesse sui nostri connazionali, indotti a ricorrere maggiormente ai propri capitali, rispetto alle forme di finanziamento proposte dagli istituti di credito.

LA DISCESA IMMOBILIARE CERTIFICATA DAI NOTAI

È quel che affiora dalla lettura dei Dati statistici resi noti dal Consiglio nazionale del Notariato relativi alla prima 'fetta' del 2023 anno che, stimano gli stessi professionisti, dovrebbe concludersi con una discesa del mercato immobiliare della nostra Penisola del 10,5%. Nel semestre iniziale dell'annualità in corso, recita il dossier, le compravendite di abitazioni sono passate da 303.375 a 277.052, se confrontate con lo stesso periodo del 2022; posizionando la lente d'ingrandimento sul fenomeno, si apprende come gli acquisti delle prime case tra privati abbiano subito un decremento dell'11%, mentre quelle da impresa si siano attestati su valori ben più bassi (-34,2%). Diversa, invece, la 'performance' delle seconde abitazioni: per quelle tra privati, infatti, il dato è apparso pressoché stabile, se paragonato alle cifre del primo semestre dell'anno scorso, con una riduzione, cioè, dell'1,9%, mentre è stato rilevato un -11,5% per le compravendite di seconde case da impresa.

LA GEOGRAFIA DEL MERCATO

La ricognizione notarile, poi, si è soffermata sull'andamento del mercato immobiliare in 9 grandi città della Penisola: sempre nel primo semestre del 2023, a fronte, come già evidenziato, di un calo globale degli acquisti dell'8,7%, lo scenario cambia nelle diverse aree geografiche. Ma si mantiene, comunque, il segno negativo. A Milano, si sottolinea, si è registrata una diminuzione dell'8,4% delle compravendite di abitazioni, rispetto a quanto avvenuto nell'anno precedente, mentre a Torino la discesa è stata più contenuta (del 3,4%), e a Verona si è rilevato un -3,7%. A Bologna, invece, il decremento è stato del 4,6%, percentuale che, invece, a Firenze, è stata assai più negativa (-10,3%). Spostando, a seguire, l'asse verso le regioni del Centro e del Mezzogiorno, si scopre che nei primi sei mesi dell'anno in corso a Roma c'è stato un calo del 9,6% delle compravendite di case, a Napoli del 7,3%, mentre è molto più bassa la riduzione che è stata osservata nella città di Palermo (-0,33%) e assai più elevata, al contrario, quella che è stata riscontrata a Bari (-12,4%). 

I TASSI PESANO SUI MUTUI

Ai notai, poi, il compito di metter nero su bianco la prosecuzione del 'trend' di riduzione a doppia cifra dei mutui concessi: si è giunti, come già puntualizzato, a -29,5%, percentuale "in linea con il calo di capitale erogato che passa da 38,5 a 26,9 miliardi (-30,1%)"; la discesa delle linee di credito consentite dalle banche per entrare nella schiera dei proprietari di case, si legge, è "generalizzata" in ogni fascia d'età. In tutto il 2023 si prospetta "una riduzione dei finanziamenti del -23,8%, percentuale in crescita, confrontata alla proiezione che il Consiglio nazionale del Notariato aveva fatto, basandosi sui dati del primo bimestre dell'anno (-10,1%)". In conclusione, il mercato delle surroghe (il trasferimento di un mutuo da una banca all'altra, alla ricerca di condizioni più vantaggiose, ndr) si stima diminuirà a fine anno del 38,2%, rispetto al 2022.


Argomenti

Casa
Compravendita
Immobili
Mattone
Mercato immobiliare
Mutui

Gli ultimi articoli di Redazione Web

  • Euro 2024, l'Italia vola agi ottavi all'ultimo secondo, la Spagna vince di misura contro l'Albania

    Euro 2024, l'Italia vola agi ottavi all'ultimo secondo, la Spagna vince di misura contro l'Albania

  • Rtl Power Hits Estate 2024, al via oggi la superclassifica di RTL 102.5

    Rtl Power Hits Estate 2024, al via oggi la superclassifica di RTL 102.5

  • Oktagon Tsunami torna a Roma: sale l'attesa per i campioni mondiali della Kickboxing

    Oktagon Tsunami torna a Roma: sale l'attesa per i campioni mondiali della Kickboxing

  • Euro 2024, finisce 1 a 1 a Francoforte tra Germania e Svizzera, vittoria all'ultimo minuto per l'Ungheria

    Euro 2024, finisce 1 a 1 a Francoforte tra Germania e Svizzera, vittoria all'ultimo minuto per l'Ungheria

  • L’impatto dell’intelligenza artificiale nei prossimi anni, quali professioni a rischio e quali no

    L’impatto dell’intelligenza artificiale nei prossimi anni, quali professioni a rischio e quali no

  • Un successo,  sabato sera all’ Arena di Verona, la terza rappresentazione della Turandot

    Un successo, sabato sera all’ Arena di Verona, la terza rappresentazione della Turandot

  • Arena di Verona, grandi applausi per il Barbiere di Siviglia

    Arena di Verona, grandi applausi per il Barbiere di Siviglia

  • Incidente mortale sulla Palermo-Sciacca: due morti e un ferito

    Incidente mortale sulla Palermo-Sciacca: due morti e un ferito

  • Euro 2024, il Portogallo vince e stacca il pass per gli ottavi, 1 a 1 tra Repubblica Ceca e Georgia, bene il Belgio di Lukaku

    Euro 2024, il Portogallo vince e stacca il pass per gli ottavi, 1 a 1 tra Repubblica Ceca e Georgia, bene il Belgio di Lukaku

  • Il 30 giugno la Francia al voto, Le Pen – Bardella favoritissimi, cresce la coalizione di sinistra, Macron in difficoltà

    Il 30 giugno la Francia al voto, Le Pen – Bardella favoritissimi, cresce la coalizione di sinistra, Macron in difficoltà