Caso Travolta a Sanremo, la Rai avvia verifiche legali sulle scarpe indossate dall'attore

Caso Travolta a Sanremo, la Rai avvia verifiche legali sulle scarpe indossate dall'attore

Caso Travolta a Sanremo, la Rai avvia verifiche legali sulle scarpe indossate dall'attore


In merito al presunto caso di pubblicità occulta il Codacons presenta un esposto alle Procure di Roma e Imperia

La Rai ha già avviato verifiche legali sul caso di presunta pubblicità occulta relativo delle scarpe con marchio in evidenza indossate da John Travolta sul palco dell’Ariston, nella seconda serata del Festival di Sanremo. "Il contratto che abbiamo stipulato con Travolta, con la sua agenzia, la società Divina Luna, prevede espressamente l'impegno da parte loro a non inserire in trasmissione e non portare sul palco elementi aventi direttamente o indirettamente valenza pubblicitaria e o promozionale anche con riferimento al vestiario e accessori utilizzati se non da Rai preventivamente autorizzati per iscritto. La Rai ha avviato ogni opportuna verifica per fare luce sulla vicenda procederà nei confronti di tutti i soggetti in ordine ai quali dovessero emergere eventuali profili di responsabilità". Così questa mattina il direttore dell'Intrattenimento di Prime Time della Rai, Marcello Ciannamea, a margine della conferenza stampa del Festival di Sanremo. Quanto alla vigilanza della Rai prima dell'ingresso sul palco di Travolta, Ciannamea ha aggiunto: “Non è affatto facile avvicinarsi fisicamente ad una star come Travolta che si muove accompagnata da diverse persone per motivi di sicurezza". Sulla vicenda che ha per protagonista John Travola,  il Codacons ha deciso di presentare un esposto alle Procure della Repubblica di Imperia e Roma, per la possibile fattispecie di truffa aggravata. Ieri l'associazione aveva annunciato di aver presentato un esposto ad Agcom e Antitrust per chiedere una formale indagine su presunti casi di "pubblicità occulta a danno dei telespettatori".. 


Coincidenza sul palco di Sanremo

Si parla in queste ore di una coincidenza notata sempre nella seconda serata del Festival di Sanremo. In uno scambio tra Amadeus e la coconduttrice Giorgia si fa rifermento a bollicine rigorosamente italiane prima di un blocco pubblicitario,  con all’interno uno spot di un vino con tanto di bollicine. Una casualità che è tornata ad accedere l’attenzione su tutto ciò che viene detto sul palco dell’Ariston. Come ti prepari ad affrontare l’esibizione vocale? Chiede Amadeus all'inizio del dialogo finito sotto i riflettori. Ecco la risposta di Giorgia ”Prendo coraggio con un goccino di bollicina rigorosamente italiana, un goccino". La replica del presentatore e direttore artistico della kermesse canora: ”Ho stappato una bottiglia, ti do un goccino di bollicina rigorosamente italiana, e poi sentirete come canta Giorgia”.



Argomenti

Codacons
pubblicità occulta
Rai
scarpe
verifiche legali
Agenzia Fotogramma
Festival di Sanremo
John Travolta

Gli ultimi articoli di Alessandra Giannoli

  • Israele non va al Cairo per partecipare allle trattative con Hamas, Usa e Qatar

    Israele non va al Cairo per partecipare allle trattative con Hamas, Usa e Qatar

  • Oltre duemila persone a Mosca ai funerali di Navalvy, in Russia oltre 50 sostenitori del dissidente arrestati

    Oltre duemila persone a Mosca ai funerali di Navalvy, in Russia oltre 50 sostenitori del dissidente arrestati

  • Gaza: spari sulla folla in attesa degli aiuti, oltre 110 morti

    Gaza: spari sulla folla in attesa degli aiuti, oltre 110 morti

  • Riprendono i negoziati a Doha per la liberazione degli ostaggi israeliani nelle mani di Hamas

    Riprendono i negoziati a Doha per la liberazione degli ostaggi israeliani nelle mani di Hamas

  • Papa Francesco durante l’Angelus invoca la pace per l’Ucraina

    Papa Francesco durante l’Angelus invoca la pace per l’Ucraina

  • Vinceremo, così Zelensky nel secondo anniversario della guerra in Ucraina

    Vinceremo, così Zelensky nel secondo anniversario della guerra in Ucraina

  • Morte Roberta Repetto a Genova, assolto in appello il “santone” che curò la donna malata di tumore con erbe e tisane

    Morte Roberta Repetto a Genova, assolto in appello il “santone” che curò la donna malata di tumore con erbe e tisane

  • Navalny, secondo fonti russe indipendenti sul corpo del dissidente russo sarebbero stati individuati lividi

    Navalny, secondo fonti russe indipendenti sul corpo del dissidente russo sarebbero stati individuati lividi

  • Strage di operai a Firenze, il ministro del Lavoro Calderone  assicura che aumenteranno le ispezioni

    Strage di operai a Firenze, il ministro del Lavoro Calderone assicura che aumenteranno le ispezioni

  • G7 contrario a un’operazione militare israeliana a Rafah, conseguenze devastanti

    G7 contrario a un’operazione militare israeliana a Rafah, conseguenze devastanti