Clima, milioni di studenti in piazza in tutto il mondo

 20 settembre 2019

Al via la Week For Future, Greta alla mega manifestazione di New York alla vigilia del vertice delle Nazioni Unite

Dall'Australia, l'Africa, l'Asia, l'Europa e l'America i ragazzi del mondo sono scesi oggi in strada per lo sciopero globale per il clima della Week For Future. A New York, dove il distretto scolastico ha dato il permesso di saltare le lezioni, sono attesi più di un milione di ragazzi in quello che potrebbe essere uno dei maggiori fra i 5mila eventi previsti in circa 150 paesi che hanno risposto all'appello della giovane attivista svedese Greta Thunberg per mandare un chiaro segnale ai leader che dalla prossima settimana si riuniranno all'Assemblea Generale dell'Onu. E sarà proprio Greta a intervenire alla marcia nella Grande Mela. Manifestazioni sono previste anche in 40 città del Brasile, dopo l'allarme per il dilagare degli incendi in Amazzonia. Per ragioni di fuso orario, i primi manifestanti sono stati gli australiani: circa 3mila i giovani che sono scesi in piazza nelle diverse città australiane. Anche gli studenti africani hanno voluto far sentire la loro voce con manifestazioni in Sudafrica, Kenya, Uganda e Senegal. In Asia, i ragazzi si sono mobilitati a Hong Kong, Seul, Manila, in Indonesia, India e Bangladesh. A Nuova Delhi, una delle città più inquinate del mondo, studenti e attivisti si sono riuniti davanti al ministero dell'Ambiente al grido di "Non esiste un altro pianeta Terra". In Europa decine di migliaia di ragazzi e attivisti hanno manifestato a Varsavia, Bruxelles, Stoccolma, Londra, Praga, Copenaghen e Parigi. A Berlino erano almeno in 100mila. A Londra è intervenuto il leader laburista Jeremy Corbyn.
Clima, milioni di studenti in piazza in tutto il mondo

Share this story: