Corridoio Vasariano imbrattato, Dario Nardella a RTL 102.5: “Valutiamo di costituirci parte civile. Scuse di Scholz? Sarebbero apprezzabili”

Corridoio Vasariano imbrattato, Dario Nardella a RTL 102.5: “Valutiamo di costituirci parte civile. Scuse di Scholz? Sarebbero apprezzabili”

Corridoio Vasariano imbrattato, Dario Nardella a RTL 102.5: “Valutiamo di costituirci parte civile. Scuse di Scholz? Sarebbero apprezzabili”


Il sindaco di Firenze su RTL 102.5: “Altro episodio. Un gruppo di giovani è salito sul David in Piazzale Michelangelo”

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, è stato ospite di Non Stop News, su RTL 102.5, in compagnia di Enrico Galletti, Giusi Legrenzi e Massimo Lo Nigro.

VANDALI A FIRENZE, DARIO NARDELLA: “INASPRIRE LE PENE PER CHI DANNEGGIA IL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO. NECESSARIA PREVENZIONE ED EDUCAZIONE

Ieri mattina i fiorentini hanno trovato imbrattato il Corridoio Vasariano, la passeggiata coperta che unisce gli uffizi con Palazzo Pitti. Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, commenta l’accaduto a Non Stop News: «Ricordiamo tutti quanto accaduto a marzo con gli attivisti di Ultima Generazione a Palazzo Vecchio, ma questa situazione è molto diversa. Sono stato informato di questo atto vandalico vergognoso e ho avvisato il comandante della Polizia municipale e quello dei Carabinieri, che desidero ringraziare. Le operazioni sono state avviate e in poche ore si è risaliti ai responsabili grazie anche alle telecamere comunali. A Firenze disponiamo di 1600 telecamere ad alta qualità che hanno permesso di tracciare il percorso dei vandali attraverso la città fino al corridoio vasariano. La scritta è collegata al gruppo ultras tedesco DSK 1860. Attendiamo l'esito delle indagini, ma sembra probabile che l'azione sia stata premeditata. Questi due vandali ricorderanno questa vacanza per aver danneggiato il nostro patrimonio culturale e la nostra città. Spero che vengano puniti adeguatamente», commenta.

NARDELLA: “ALTRO EPISODIO. UN GRUPPO DI GIOVANI E’ SALITO SUL DAVID IN PIAZZALE MICHELANGELO

«È opportuno aumentare le pene. Sappiamo che il governo ha varato un provvedimento per rafforzare le sanzioni per questo tipo di reato penale. Credo che danneggiare il patrimonio storico e artistico debba essere considerato altrettanto grave di danneggiare l'ambiente. Oltre alla punizione, è necessaria anche la prevenzione e l'educazione. Questo può avvenire attraverso la scuola, sensibilizzando i giovani sull'importanza del patrimonio storico artistico. L’altra sera un gruppo di giovani è salito sul David in piazzale Michelangelo, pensando di fare una cosa divertente. Non sono cose di cui ridere. Dobbiamo far capire che il patrimonio artistico è una cosa importante. Inoltre, l'informazione e la comunicazione possono contribuire a far comprendere che in una città come Firenze, con ampio sistema di videosorveglianza, non si può agire nell'illusione di rimanere impuniti».

NARDELLA A NON STOP NEWS: “RITENERE CHE IL PAESE DI ORIGINE DEBBA PAGARE I DANNI NON HA SENSO. LA RESPONSABILITÀ PENALE È SEMPRE INDIVIDUALE

Secondo alcuni sarebbe opportuno che Scholz chiedesse scusa, accaparrandosi la responsabilità di quanto fatto dai due cittadini Tedeschi. «Danneggiare il Corridoio Vasariano non è paragonabile a un semplice "andarsene da un ristorante senza pagare"; sono situazioni diverse. Se Scholz chiedesse scusa, sarebbe sicuramente un gesto apprezzabile. Firenze è una città amata da tutti, e scuse e attenzione sarebbero ben accette», dichiara Dario Nardella. «Ritenere che il paese di origine debba pagare i danni, secondo me, non ha senso. La responsabilità penale è sempre individuale, e attribuire il reato al paese di origine trasmetterebbe un messaggio sbagliato. Le persone devono rispondere delle proprie azioni. Oggi valuterò con la mia giunta se il Comune di Firenze debba costituirsi parte civile, considerando il danno inflitto all'immagine della nostra città. Se possibile ci costituiremo parte civile», conclude.


Argomenti

Dario Nardella
Firenze

Gli ultimi articoli di Redazione Web

  • Oggi, sabato 18 maggio,  visita di papa Francesco a Verona, nel nome della pace

    Oggi, sabato 18 maggio, visita di papa Francesco a Verona, nel nome della pace

  • Jack Savoretti presenta a RTL 102.5 “Miss Italia”: “Avevo bisogno di sentire la mia italianità”

    Jack Savoretti presenta a RTL 102.5 “Miss Italia”: “Avevo bisogno di sentire la mia italianità”

  • Stop gare e partita persa, stretta Fifa contro razzismo sui campi di calcio

    Stop gare e partita persa, stretta Fifa contro razzismo sui campi di calcio

  • Omicidio Sacchi, definitiva la condanna a 27 anni per il killer.  La famiglia della vittima, sentenza giusta

    Omicidio Sacchi, definitiva la condanna a 27 anni per il killer. La famiglia della vittima, sentenza giusta

  • Geolier a RTL 102.5: “Il 31 maggio ci sarò anche io al Radio Zeta Future Hits Live, ci vediamo lì!”

    Geolier a RTL 102.5: “Il 31 maggio ci sarò anche io al Radio Zeta Future Hits Live, ci vediamo lì!”

  • Accolto ricorso, Ilaria Salis ai domiciliari a Budapest. Ora la cauzione poi il braccialetto elettronico

    Accolto ricorso, Ilaria Salis ai domiciliari a Budapest. Ora la cauzione poi il braccialetto elettronico

  • Internazionali BNL d'Italia: Tabilo e Zverev in semifinale. Nel torneo femminile in semifinale le prime tre del mondo

    Internazionali BNL d'Italia: Tabilo e Zverev in semifinale. Nel torneo femminile in semifinale le prime tre del mondo

  • Airport in the City: l'Aeroporto di Fiumicino arriva nel centro di Roma. Nuove opportunità per i viaggiatori

    Airport in the City: l'Aeroporto di Fiumicino arriva nel centro di Roma. Nuove opportunità per i viaggiatori

  • Dal Quirinale all'Olimpico, tutto pronto per la Coppa Italia. Juve e Atalanta, ieri, da Mattarella

    Dal Quirinale all'Olimpico, tutto pronto per la Coppa Italia. Juve e Atalanta, ieri, da Mattarella

  • "Road to Zero" finale Coppa Italia Frecciarossa 2023/2024

    "Road to Zero" finale Coppa Italia Frecciarossa 2023/2024