David di Donatello, per Sophia Loren settima statuetta in carriera, per "La vita davanti a sè", miglior film "Volevo nascondermi"

11 maggio 2021, ore 23:49 , agg. alle 09:23

Pietro Castellitto è il miglior regista esordiente, Elio Germano è il miglior attore protagonista, Matilda De Angelis e Fabrizio Bentivoglio migliori attori non protagonisti


E’ ancora una edizione dei David di Donatello con il sapore del Covid, ma in questa 66esima c’è il ritorno alla premiazione in presenza. I premi più importanti del settore cinematografico in Italia, sono stati assegnati nella trasmissione con la conduzione di Carlo Conti e con Laura Pausini che ha riproposto il suo brano che ha già fatto il giro del mondo "Io sì", con il quale si è esibita anche a Los Angeles nel corso della cerimonia degli Oscar. Ad un certo punto della serata, Carlo Conti si è inginocchiato dicendo “mi devo inginocchiare di fronte al grande cinema mondiale” davanti a Sophia Loren, in corsa per la sua settima statuetta come attrice protagonista, che poi ha vinto, per La Vita davanti a se'. Standing ovation al Delle Vittorie per la grande attrice 86enne. "L'emozione e' la stessa del primo David 60 anni fa e' anche di piu'", ha detto Sophia Loren, subito dopo la premiazione. Grande emozione per il premio postumo  per la sceneggiatura di Figli a Mattia Torre, prematuramente scomparso a 47 anni nel 2019 , ritirato dalla figlia Emma: 'Bravo papa'', ha detto. Grande protagonista Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti che raccoglie ben sette statuette.

I David Speciali

Consegnati anche il David di Donatello alla carriera a Sandra Milo, a Diego Abatantuono è andato il David di Donatello Speciale 2021, ed infine al film di Checco Zalone Tolo Tolo è stato attribuito il David dello Spettatore.

I film con più candidature, il migliore è Volevo nascondermi

Tra i titoli con più candidature c’erano Hammamet con ben quattordici nomination, ma una solo statuetta, a pari merito con Volevo Nascondermi, che poi è risultato il miglior film, un vero trionfo,  grande successo anche per Favolacce che ha conquistato tredici candidature, mentre "L'incredibile storia dell'Isola delle Rose" ha guadagnato ben undici nomination.

La lista completa dei vincitori 

David per il miglior film: Volevo nascondermi  David per la miglior regia Giorgio Diritti per Volevo Nascondermi David per il miglior attore non protagonista: Fabrizio Bentivoglio David per la miglior attrice non protagonista: Matilda De Angelis David per la miglior sceneggiatura originale: Mattia Torre per Figli David per la miglior sceneggiatura non originale: Marco Petterello, Gianni Di Gregorio David per il miglior produttore: Marta Donzelli, Gregorio Paonessa per Miss Marx David per la miglior canzone originale: Luca Medici con Immigrato David per il miglior compositore: Gatto Ciliegia contro il grande freddo per Miss Marx David per il miglior regista esordiente: Pietro Castellitto, I predatori David per il miglior documentario: Mi chiamo Francesco Totti di Alex Infascelli David per il miglior cortometraggio: Anne, Domenico Croce e Stefano Malchiodi David per il miglior autore della fotografia: Matteo Cocco per Volevo Nascondermi David per la miglior scenografia: L. Ferrario, P. Zamagni , A. Mura per Volevo Nascondermi David per la miglior costumista: Massimo Cantini Parrini per Miss Marx David per il miglior acconciatore: Aldo Signoretti per Volevo Nascondermi David per il miglior truccatore: Luigi Ciminelli, Andrea Leanza e Castelli per Hammamet David per i migliori effetti visivi: Stefano Leoni, Elisabetta Rocca "L'Isola delle Rose" David per il miglior suono: per il film Volevo Nascondermi David per il miglior montatore: Esmeralda Calabria per Favolacce David per il miglior film straniero: 1917 di Sam Mendes, 01 Distribution David Giovani: 18 Regali di Francesco Amato

David di Donatello, per Sophia Loren settima statuetta in carriera, per "La vita davanti a sè", miglior film "Volevo nascondermi"
Tags: David, Donatello, Sophia Loren

Share this story: