Dichiarazioni no-vax dal palco della manifestazione contro il Green Pass, per la vice-questore sanzioni in arrivo

27 settembre 2021, ore 10:08 , agg. alle 19:07

Verrà sottoposta a procedimento disciplinare Nunzia Alessandra Schilirò, una vice-questore della Polizia di Stato che sabato pomeriggio ha preso la parola sul palco di piazza San Giovanni, a Roma durante la manifestazione contro il Green Pass

 

Le dichiarazioni contro il certificato verde

 "Sono qui per dissentire con il lasciapassare verde che è  assolutamente incompatibile con la nostra Costituzione", ha dichiarato la vice-questore Schilirò, parlando ai manifestanti riuniti in Piazza San Giovanni a Roma, sabato scorso . "Nessun diritto può essere subordinato a un certificato verde",  ha detto ancora Schiliro' in un altro passaggio del intervento, in cui ha premesso di essere sul palco come "libera cittadina", quindi non come rappresentante delle forze dell'ordine e lo ha testimoniato anche il fatto di essere in abiti civili. In passato la Schilirò, in prima linea nella lotta alla violenza su donne e minori, ha risolto anche complessi casi di femminicidio, ha ricevuto diverse onorificenze e ha scritto due libri. Molto attiva sui social attraverso un canale Telegram in cui esprime posizioni no-vax, dal palco  ha parlato per oltre 10 minuti. Il suo intervento non era previsto nella scaletta. Schilirò, citando Gandhi, ha invocato "la disobbedienza civile", come "dovere sacro quando lo Stato diventa dispotico". "Il male nella storia non ha mai vinto", ha detto ancora. 

Condanna del Viminale

Ma la risposta del Ministro dell'Interno Luciana Lamorgese non ha tardato ad arrivare. Dichiarazioni ritenute  "gravissime" dalla titolare del dicastero, che, secondo quanto si apprende da fonti del Viminale, ha definito così le affermazioni del vice questore Schilirò nel corso della manifestazione contro il Green Pass di ieri a Roma. "Sto seguendo la vicenda personalmente con il capo della Polizia Lamberto Giannini - aggiunge il Ministro - affinché vengano accertate, con assoluta celerità, le responsabilità sotto ogni profilo giuridicamente rilevante a carico dell'interessata"


La sfogo della vice questore


"È bello apprendere dai giornali, anziché dalla propria amministrazione, di essere già sotto procedimento disciplinare. Sono molto serena". Si sfoga Nunzia Alessandra Schilirò. "Ieri (sabato, ndr)- scrive in un post su Facebook - mi è capitata l'occasione di esercitare i miei diritti previsti dalla Costituzione e l'ho fatto. Il mestiere che svolgo è pubblico. Ho ricevuto quattro premi dalla società civile per i miei risultati professionali". "Ieri - aggiunge - ero solo una libera cittadina che esercita i propri diritti. Se l'amministrazione non gradisce la mia fedeltà alla Costituzione e al popolo italiano, mi dispiace, andrò avanti lo stesso". Quindi conclude: "Andrò avanti sempre, con o senza divisa, per amore del mio Paese".

Difesa dalla Lega

E il caso delle sue dichiarazioni è diventato velocemente una querelle politica: mentre il leader della Lega Matteo Salvini ha preso le parti della vice-questore, sottolineando che Alessandra Schilirò  "non era in divisa su quel palco, ha espresso una sua opinione", da Forza Italia, Licia Ronzulli ha chiesto che sia sospesa dall'incarico, sottolineando che "chi svolge un lavoro per il quale è chiamato garantire la pubblica sicurezza non può in nessun caso invitare da un palco i no green pass alla disobbedienza civile".

Dichiarazioni no-vax dal palco della manifestazione contro il Green Pass, per la vice-questore sanzioni in arrivo
Tags: Greenpass, NoVax, NunziaAlessandraSchilirò

Share this story: