Egitto, spiragli al tavolo negoziale per una prima intesa tra Israele e Hamas

Egitto, spiragli al tavolo negoziale per una prima intesa tra Israele e Hamas

Egitto, spiragli al tavolo negoziale per una prima intesa tra Israele e Hamas


Pressing degli Usa per arrivare al cessate il fuoco a Gaza e al rilascio degli ostaggi

Alti funzionari israeliani riferiscono che, secondo le prime indicazioni, Hamas intenderebbe accettare di portare a termine la prima fase dell'accordo per un cessate il fuoco a Gaza e il rilascio degli ostaggi, anche in assenza di un impegno ufficiale da parte dello stato ebraico volto a porre fine all’offensiva nella Striscia. Dopo che i media egiziani avevano parlato di progressi significativi, in merito al round negoziale in corso al Cairo, sarebbe stato apparentemente superato lo scoglio rappresentato da uno dei punti più controversi dell’intesa. Il ministro del gabinetto di guerra Benny Gantz ha gelato subito le speranze.  "Hamas ancora non ha dato alcuna risposta alla proposta dei mediatori egiziani, suggerisco a tutti di stare calmi in attesa di aggiornamenti ufficiali", ha sottolineato.   Forte la pressione degli Stati Uniti, contrari all’intervento di terra a Rafah, per arrivare a una tregua nonostante le ultime dichiarazioni di Netanyahu. Il primo ministro ha detto, lo ricordiamo, che in ogni caso ci sarà l’attacco nell’area al confine con l’Egitto dove sono ammassati gli sfollati palestinesi. Intanto è salito a 6 il numero dei palestinesi uccisi in pesanti scontri armati vicino Tulkarem, in Cisgiordania. Sul posto l'Idf e le forze di polizia hanno operato per oltre 13 ore, nel villaggio di Deir al-Ghusun vicino a Tulkarem, circondando una casa dove si nascondevano i terroristi. L’edificio è stato distrutto, in base a quanto riferito nel primo pomeriggio dai media dello stato ebraico.



Argomenti

Agenzia Fotogramma
Egitto
Gaza
Israele
ostaggi
tregua
Hamas

Gli ultimi articoli di Alessandra Giannoli

  • La Corte internazionale di giustizia dell’Aja ordina a Israele lo stop dell’offensiva a Rafah

    La Corte internazionale di giustizia dell’Aja ordina a Israele lo stop dell’offensiva a Rafah

  • Secondo fonti russe il presidente Putin sarebbe pronto a un cessate il fuoco in Ucraina, il Cremlino smentisce

    Secondo fonti russe il presidente Putin sarebbe pronto a un cessate il fuoco in Ucraina, il Cremlino smentisce

  • Un cambio di Europa è possibile, così Giorgia Meloni all’evento di Vox a Madrid

    Un cambio di Europa è possibile, così Giorgia Meloni all’evento di Vox a Madrid

  • Terminata la visita di Papa Francesco a Verona, una giornata densa di appuntamenti

    Terminata la visita di Papa Francesco a Verona, una giornata densa di appuntamenti

  • Chico Forti in Italia, non vedo l’ora di riabbracciare mia madre

    Chico Forti in Italia, non vedo l’ora di riabbracciare mia madre

  • All’età di 68 anni è morto a Roma il giornalista Franco di Mare, da tempo era  malato di cancro

    All’età di 68 anni è morto a Roma il giornalista Franco di Mare, da tempo era malato di cancro

  • Maltempo in Veneto, il governatore Zaia parla di danni ingentissimi

    Maltempo in Veneto, il governatore Zaia parla di danni ingentissimi

  • Attentato al premier slovacco:  Robert Fico in coma farmacologico, non è in pericolo di vita

    Attentato al premier slovacco: Robert Fico in coma farmacologico, non è in pericolo di vita

  • Si intensifica l’offensiva russa in Ucraina, evacuazioni a Kharkiv

    Si intensifica l’offensiva russa in Ucraina, evacuazioni a Kharkiv

  • Camila Giorgi irreperibile dopo il ritiro, la tennista potrebbe essere negli Stati Uniti

    Camila Giorgi irreperibile dopo il ritiro, la tennista potrebbe essere negli Stati Uniti