Europa League, Napoli fuori, lezione di calcio dal Barcellona; eliminata anche la Lazio, avanti l'Atalanta

24 febbraio 2022, ore 22:50

Questi i risultati delle gare di ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League: Napoli-Barcellona 2-4, Lazio-Porto 2-2, Olympiakos-Atalanta 0-3

Dobbiamo farcene una ragione. Il livello del campionato italiano è sempre più basso. Lo abbiamo visto nell’ultimo week end di serie A, quando nessuna delle contendenti al titolo è riuscita a vincere, nonostante affrontassero avversarie non impossibili. Il torneo è più combattuto e anche appassionante, ma c’è un livellamento verso basso. Che tocchiamo con mano quando le nostre squadre giocano in Europa: appena il livello si alza, vengono a galla i limiti. Era successo al Milan prima e all’Inter poi contro il Liverpool in Champions League, ora è toccato al Napoli, eliminato senza appello dall’Europa League per mano del Barcellona, che ha inflitto ai partenopei una lezione di calcio. Fuori anche la Lazio, impallinata dal Porto. Va avanti solo l’Atalanta, che ha annichilito l’Olympiakos.


NAPOLI-BARCELLONA 2-4

Prima del via i giocatori di entrambe le squadre sono scesi in campo con uno striscione: “No War, stop alla guerra”. Peraltro con loro a centrocampo c’era Karasaev, l’arbitro russo. Avvio choc per il Napoli, colpito due volte nei primi 13 minuti: prima da Jordi Alba, poi da De Jong ( gol meraviglioso). Un rigore procurato da Osihmen e trasformato da Insigne ha illuso i partenopei di poter tornare in partita. Ma le occasioni ha continuato ad avercele il Barca, che nella ripresa ha preso il largo con le reti di Pique e Aubameyang. Nel finale il gol di Matteo Politano ha reso meno amaro il passivo. 


OLYMPIAKOS-ATALANTA 0-3

L’Atalanta si è ritrovata, bella impresa al Pireo. Andare avanti in Europa League può dare ai bergamaschi anche una iniezione di fiducia per il campionato. E’ significativo e bello che il grande protagonista della serata sia stato un giocatore ucraino: Ruslan Malinovski ha segnato una doppietta in tre minuti, a metà del secondo tempo, nonostante probabilmente avesse la testa a quanto di brutto sta capitando nel suo paese. La partita era già stata indirizzata al quarantesimo minuto del primo tempo dal vantaggio siglato da Maehle.


Europa League, Napoli fuori, lezione di calcio dal Barcellona; eliminata anche la Lazio, avanti l'Atalanta

LAZIO-PORTO 2-2

Serviva una rimonta, ci voleva una vittoria con due gol di scarto. La Lazio non ce l’ha fatta, nonostante una buona prestazione, condita da un grande impegno. Il gol del rientrante Ciro Immobile dopo diciannove minuti aveva illuso il popolo biancoceleste, ma poco dopo è arrivato il pareggio del Porto con il rigore trasformato da Taremi. A metà secondo tempo è calato il sipario con il gol di Uribe. La rete di Cataldi al novantacinquesimo minuto ha evitato la sconfitta, ma non l’eliminazione. Lazio condannata dal grande ex Sergio Conceicao, ora alla guida del Porto.


Tags: Atalanta, calcio, Europa League, Lazio, Napoli

Share this story: