I cimeli di Phil Collins sulla battaglia di Alamo fanno litigare lo Stato del Texas sul museo dedicato a Davy Crockett

23 ottobre 2021, ore 08:00

A far scattare la discussione sono i cimeli sulla battaglia di Alamo che Phil Collins ha donato al museo della cittadina texana, ma il Texas si divide sullo scopo del museo

Phil Collins è un grande ammiratore del selvaggio West, devoto di Davy Crockett e uno straordinario collezionista di cimeli dell’epoca. Il frontman dei Genesis nel 2014 ha deciso di donare tutta la sua collezione sulla battaglia di Alamo alla cittadina texana divenuta famosa per il forte-missione di San Antonio conteso tra Messico e indipendentisti texani, ma ad un patto: che venisse creato un museo specifico. Lo stato del Texas si è detto entusiasta della donazione e ha dato mandato per la realizzazione dell’edificio che ospiterà questi cimeli, ma a lavori iniziati i texani stanno litigando su quale sarà lo scopo di questa nuova istituzione. Solo Alamo o allargare lo spazio espositivo anche alla storia, includendo anche i nativi americani e altro?


Non tutti sono d’accordo

Ad esempio, artisti locali come George Cisneros e Ramon Vasquez sono del pensiero che questa struttura dovrebbe dare più spazio ai nativi americani, ai Tejanos o ai texani messicani, mentre altri difendono la tradizione e si dicono contrari ad accettare quella che ritengono una riscrittura revisionista della storia. Poi ci sono i politici, come il vice governatore Dan Patrick che si dice possibilista nell’ampliare gli orizzonti, ma ad un patto che al centro del focus ci siano sempre la battaglia e i suoi leader come William Travis, Jim Bowie e naturalmente Davy Crockett, il pioniere del West, dal celebre cappello con la coda di procione adorato dalla generazione di Collins. Ad Alamo però la discussione è talmente accesa che i turisti fanno fatica a raggiungere i celebri luoghi.


La battaglia di Alamo

Alamo è stata al centro di una furiosa battaglia nel 1836 dove duecento tra proprietari terrieri messicani, alla ricerca dell’indipendenza e gloria, tra cui lo stesso Crockett, si sacrificarono per respingere le truppe armate del generale Antonio Lopez de Santa Anna. Una battaglia che è entrata nella storia americana, così come quella combattuta due mesi dopo e che ha visto l'esercito texano prendersi la rivincita nella battaglia di San Giacinto al grido di “Ricordatevi di Alamo!”. Il generale Santa Anna fu catturato e costretto a firmare la pace e la concessione al Texas dell’indipendenza. Alamo è uno dei luoghi più visitati del Texas. Prima della pandemia i turisti sono stati circa 1,6 milioni all'anno.


I cimeli di Phil Collins

Phil Collins ha donato allo Stato del Texas oltre 400 cimeli. Tra questi anche alcuni proiettili di moschetto ritrovati nella zona, ma anche documenti firmati dallo stesso Crockett, gli ordini di battaglia del generale Santa Anna e coltelli come quelli usati da Jim Bowie. In un libro del 2012 i settantenne batterista dei Genesis scriveva: “E' strano che un evento così americano possa aver colpito un ragazzino che viveva a migliaia di miglia di distanza” evocando film su Crockett come “King of the Wild Frontier” del 1955 di cui fu particolarmente colpito o la pellicola del 1960, “The Alamo” diretta e interpretata da John Wayne.


I cimeli di Phil Collins sulla battaglia di Alamo fanno litigare lo Stato del Texas sul museo dedicato a Davy Crockett
Tags: Alamo, Davy Crockett, Phil Collins

Share this story: