Il Trono di Spade, l'interprete di Bran non credeva al finale

 21 maggio 2019

Isaac Hempstead-Wright, quando ha letto la sceneggiatura della stagione finale della serie, ha pensato che fosse uno scherzo degli sceneggiatori

Isaac Hempstead-Wright, l'attore che interpreta Bran ne Il Trono di Spade, ha ammesso che inizialmente credeva che il finale della serie fosse tutto uno scherzo. Per chi non avesse visto la puntata finale della serie TV targata HBO, consigliamo di non leggere più avanti per non incappare nello spoiler più importante di tutti, ovvero chi sale alla fine sul Trono di Spade. In realtà, la risposta è nessuno, visto che il trono viene distrutto da Drogon, il drago di Daenerys Targaryen. Qualcuno, in ogni caso, regnerà sui Sette Regni, ma non è il personaggio che in tanti si aspettavano. Nemmeno l'attore stesso se l'aspettava. “Quando ho letto la sceneggiatura", ha raccontato Hempstead-Wright in un'intervista a Entertainment Weekly, "ero davvero convinto che fosse uno scherzo e che gli sceneggiatori David Benioff e D.B.Weiss avessero mandato a ciascuno di noi una sceneggiatura fittizia, in cui il nostro personaggio finiva sul Trono di Spade. Sì, ok, ragazzi, molto divertente... Oh, cavolo, è tutto vero?!”.
Il Trono di Spade, l'interprete di Bran non credeva al finale
Nel finale della puntata, infatti, i Signori dei vari Regni proclamano sovrano proprio Bran Stark, dietro suggerimento di Tyrion Lannister. Hempstead-Wright aveva precedentemente dichiarato che inevitabilmente non tutti sarebbero stati soddisfatti della conclusione della show: “Non tutti saranno felici”, ha ammesso l’attore. “È così difficile finire una serie come questa senza far arrabbiare qualcuno. Penso che nessuno penserà che sia prevedibile. Le persone saranno contrariate. Ci saranno molti cuori infranti. È ‘agrodolce’, inteso esattamente come l’autore della saga George R.R. Martin vorrebbe. È una conclusione appropriata per questa saga epica”.

Share this story: