Italia alle prese con il maltempo, allerta arancione in quattro regioni, i disagi maggiori in Toscana e Campania

25 settembre 2022, ore 15:35

Pioggia, vento e violenti temporali: la domenica elettorale degli italiani è in gran parte accompagnata dal maltempo. Allerta arancione in quattro regioni: Toscana, Lazio, Molise e Campania. Allagamenti a Napoli, paura nel Senese

L’estate sembra ormai un ricordo sbiadito. In poche settimane siamo passati dall’allarme siccità all’emergenza allagamenti, chiaro sintomo dei cambiamenti climatici in atto. Per la giornata di oggi, sono quattro le regioni per le quali è stata diramata una allerta arancione: Toscana, Lazio, Molise e Campania. Allerta gialla per quasi tutto il resto d’Italia. Si registrano pioggia, vento e temporali anche di forte intensità. Il tutto accompagnato da un brusco abbassamento delle temperature.


NAPOLI ALLAGATA

Piogge particolarmente intense a Napoli, dove si sono verificati allagamenti. La riviera di Chiaia invasa dall'acqua piovana, e così molte altre zone dal centro alla periferia. I forti temporali che da stamattina hanno imperversato sulla Campania stanno causando disagi per i napoletani, costretti a guadare - a piedi o in auto - strade e marciapiedi trasformati in torrenti. Problemi anche nel rione Sanità, e in periferia soprattutto nella zona orientale. Sospese per allagamento anche le corse della ferrovia Circumflegrea, che collega il capoluogo con alcuni comuni dell'hinterland. Le difficili condizioni meteo hanno provocato grossi disagi anche nei servizi di navigazione del Golfo. Cancellati diversi traghetti e aliscafi diretti a Ischia, Capri e Procida. Servizi interrotti al Molo Beverello. Ora la situazione è migliorata, la navigazione è ripresa, ma restano lunghe code da smaltire. In Campania l’allerta arancione resterà attiva anche nella giornata di domani.


PAURA NEL SENESE

Anche in Toscana si sono vissute ore di paura e disagi. Nella provincia di Siena diverse persone sono state salvate dai Pompieri dopo essere rimaste intrappolate a causa delle esondazioni e del fango. A Montaperti, direzione Podere Boscarelli, due vetture sono state investite dalla piena mentre percorrevano strade secondarie. Una donna è riuscita a uscire dalla macchina e a raggiungere un luogo sicuro in maniera autonoma, ma per una seconda vettura bloccata nel fango invece gli occupanti sono stati tratti in salvo dai vigili del fuoco speleo-fluviali. Sempre nel Senese altri interventi dei pompieri ci sono stati per danni d'acqua nei pressi di Colle Val d'Elsa e Poggibonsi. Uno ha riguardato la rimozione di una grande pianta sull'Autopalio Siena-Firenze all'altezza dell'uscita di Colle Sud, dove è stato istituito dalla Polizia Stradale il restringimento di carreggiata. Altri due interventi analoghi ci sono stati sempre lungo l'Autopalio nei pressi dell'uscita Badesse e all'altezza di Siena Nord.


Italia alle prese con il maltempo, allerta arancione in quattro regioni, i disagi maggiori in Toscana e Campania

NON DEVE ACCADERE MAI PIU'

Le condizioni del tempo sono seguite con apprensione nelle Marche, a nove giorni dall’alluvione che ha seminato morte e distruzione. Il padre del piccolo Mattia, il bambino di 8 anni morto dopo essere stato trascinato via dalla piena di acqua e fango, ha deciso di presentare un esposto. “Presenteremo un esposto in Procura: perchè non è possibile nel 2022 morire per una pioggia. Non voglio che succeda mai più, non voglio che altri Mattia vengano sacrificati in questo modo...". Queste le parole di Tiziano Luconi, padre del bambino travolto dalla piena del fiume.


Tags: allagamenti, allerta arancione, foto agenzia fotogramma.it, maltempo, Mattia

Share this story: