L’accusa di Kiev, donne stuprate e uccise dai russi. Papa, cessi questa guerra ripugnante

20 marzo 2022, ore 13:30 , agg. alle 13:46

Raid in una scuola a Mariupol, le autorità cittadine riferiscono che all’interno c’erano 400 persone. Per i servizi ucraini Mosca ha inviato nuovi killer per uccidere Zelensky

Mariupol sarebbe stata colpita da armi pesanti sparate da 4 navi della Marina russa. A riferirlo è il reggimento Azov su Telegram secondo quanto riporta l'agenzia ucraina Unian che parla anche di una possibile offensiva a breve da parte della Bielorussia. La giornata si è aperta con il suono delle sirene d'allarme antiaereo in quasi tutte le regioni. Le Autorità di Mariupol, citate dalla BBC, accusano i russi di aver colpito "una scuola con dentro 400 persone". Kiev denuncia che donne ucraine sono state stuprate e uccise dai soldati russi. Mosca rivendica un attacco contro una base militare a Zhytomyr, di aver colpito "62 obiettivi militari nemici" e, per il secondo giorno di seguito, di aver usato "missili ipersonici". Dall’intelligence ucraina arrivano due allarmi: entro uno, due giorni potrebbe iniziare un’offensiva della Bielorussia nell’ovest del paese. La seconda allerta riguarda l’arrivo di altri gruppi terroristici per eliminare i massimi leader militari e politici, tra cui il presidente Zelensky che nel pomeriggio parlerà ai parlamentari israeliani della Knesset. Si aggrava intanto il bilancio delle vittime tra i bambini, in oltre tre settimane di guerra sono 115 i bimbi uccisi mentre altri 140 sono rimasti feriti. “Le bombe sui civili sono crudeltà disumana e sacrilega” ha detto Papa Francesco chiedendo con forza e durezza di cessare questa guerra ripugnante.

RAPITO VICE SINDACO DI ENERGODAR

Nel mirino ancora le autorità cittadine. A dare la notizia attraverso il suo canale Telegram è Dmytro Orlov, il sindaco di Energodar. "Il vicesindaco Ivan Samoiduk è stato rapito. Non sappiamo in che condizioni sia. Non ci sentiamo da ieri. E oggi abbiamo ricevuto informazioni confermate che è stato cinicamente rapito", scrive il sindaco che lancia un appello alla massima attenzione, chiedendo a politici e attivisti di "non rispondere a chiamate da numeri di telefono sconosciuti, non comunicare a nessuno la posizione effettiva".

MINACCIA ALTA DI UN ATTACCO DA BIELORUSSIA

C'è una "alta minaccia" di un'offensiva della Bielorussia in direzione Volyn che potrebbe iniziare nei prossimi 1 o 2 giorni. Lo riporta l'agenzia ucraina Unian citando fonti di intelligence e dello Stato maggiore ucraini. "La minaccia di un'offensiva della Repubblica di Bielorussia in direzione Volyn è valutata alta", ha affermato lo Stato maggiore.

LE DIVERSE ALLERTE DELL’INTELLIGENCE UCRAINA

Secondo fonti dei servizi ucraini Mosca si prepara a mandare minorenni in guerra. Il presidente Vladimir Putin e il ministro della Difesa russo Sergei Lavrov sarebbero pronti a utilizzare i minorenni nella guerra contro l'Ucraina, ipotizzando di impiegare una riserva di giovani tra i 17 e i 18 anni. Non basta, secondo quanto afferma su fb la direzione principale dell'intelligence del ministero della Difesa ucraino, i russi stanno inviando altri gruppi terroristici in Ucraina per eliminare i massimi leader militari e politici, tra cui il presidente Vladymyr Zelensky, il capo dell'Ufficio del presidente Andriy Yermak e il primo ministro Denys Shmygal.

OGGI STABILITI 7 CORRIDOI UMANITARI

Il vice primo ministro per la reintegrazione dei territori occupati Iryna Vereshchuk ha affermato su Telegram che finora sono stati concordati 7 corridoi umanitari. Vereshchuk ha aggiunto, come riporta Unian che nella regione di Donetsk il corridoio sarà dalla città di Mariupol alla città di Zaporizhia. Fino a ieri, 19 marzo, circa 190mila persone sono state evacuate attraverso i corridoi umanitari.

IL GRIDO DEL PAPA, FAR CESSARE QUESTA GUERRA RIPUGNANTE

"Non si arresta purtroppo la violenta aggressione contro l' Ucraina, un massacro insensato dove ogni giorno si ripetono scempi e atrocità. Non c'è giustificazione per questo. Supplico tutti gli attori della comunità internazionale perchè si impegnino davvero nel far cessare questa guerra ripugnante". E' l'appello che il Papa rivolge all'Angelus, in una Piazza S.Pietro gremita dai fedeli. In Ucraina "anche questa settimana missili e bombe si sono abbattuti su civili, anziani, bambini e madri incinte" e "tutto questo è disumano, anzi è anche sacrilego" perchè va "contro la vita umana indifesa, che va rispettata e protetta e che viene prima di qualsiasi strategia".

L’accusa di Kiev, donne stuprate e uccise dai russi. Papa, cessi questa guerra ripugnante

CONDUTTRICE TV UCRAINA DICHIARATA NEMICA DELLA RUSSIA

Il Comitato russo per la protezione degli interessi nazionali ha definito la celebre conduttrice televisiva ucraina Masha Efrosinina come un "nemico della Federazione Russa". Ma lei non sembra essersela presa, anzi, ha mostrato di esserne orgogliosa. Nel suo profilo Instagram ha pubblicato uno screenshot con altre celebrità che sono state inserite nella lista nera dalla Federazione Russa e ha scritto: "La giornata non è stata vana. Gloria all'Ucraina!".

Tags: Guerra, Kiev, Mariupol, Mosca, Papa Francesco, Russia, Ucraina

Share this story: