La Lombardia diventa arancione scuro da mezzanotte, chiudono tutte le scuole tranne i nidi

04 marzo 2021, ore 11:58 , agg. alle 15:42

La linea della Regione è quella di estendere le misure già in vigore nel Bresciano e in molti comuni delle Province di Cremona, Mantova e Como. A preoccupare maggiormente è la rapida diffusione della variante inglese

La Lombardia diventa zona arancione rafforzata a partire dalla mezzanotte di oggi e fino al 14 marzo. Chiudono tutte le scuole tranne i nidi. Lo prevede l'ordinanza appena firmata dal governatore lombardo Attilio Fontana. A pesare è l’andamento della situazione epidemiologica nel territorio, con un significativo aumento dei posti occupati nelle terapie intensive. In questo momento in Lombardia ci sono 4.545 persone ricoverate e 532 in terapia intensiva, 26 sono state ricoverate stamattina. Sempre stando al report in mano al governatore Fontana, le province di Como, Lecco, Monza e Brianza, Brescia e Mantova sarebbero già in zona rossa sulla base dei criteri stabiliti dal nuovo Dpcm firmato dal premier Mario Draghi.


Estese le misure già in vigore nel Bresciano, non è esclusa la zona rossa

La linea della Regione sembra dunque quella di estendere le misure già in vigore nel Bresciano e in molti comuni delle Province di Cremona, Mantova e Como. A preoccupare maggiormente è la rapida diffusione della variante inglese. Domani sono attesi i dati sull'Rt, l'indice del contagio da Covid. Non è dunque escluso che alcune province possano tornare in zona rossa.

La Lombardia diventa arancione scuro da mezzanotte, chiudono tutte le scuole tranne i nidi

Le regole, cosa cambia in Lombardia a partire da mezzanotte

In zona arancione rafforzata chiudono tutte le scuole, comprese le Università, ad eccezione degli asili nido. Chiusi parchi e aree gioco. Nella zona arancione e nella zona arancione rafforzata è consentito spostarsi all'interno del proprio comune di residenza dalle 5 alle 22, ma non è possibile spostarsi al di fuori dei confini, salvo per motivi di lavoro, urgenza, salute, che dovranno essere motivati nell'autocertificazione. Gli spostamenti tra regioni restano vietati in tutta Italia fino al 27 marzo. Bar e ristoranti sono aperti ma solo per le consegne a domicilio e il servizio di asporto. I bar possono effettuare l'asporto fino alle 18. In zona arancione rafforzata restano aperti i negozi, ma chiudono i centri commerciali nei giorni prefestivi e festivi. Sia in zona arancione che in zona arancione rafforzata sono aperti parrucchieri, centri estetici e barbieri

Tags: lombardia

Share this story: