La tregua di Mosca, corridoi umanitari per evacuare i civili. A Brest i negoziati

03 marzo 2022, ore 13:59 , agg. alle 14:10

Questa è la prima volta che la Russia parla di una pausa nei combattimenti. Il secondo round di dialogo è slittato alle 15 ora italiana. Macron sente Putin e poi Zelensky

Il ministero della Difesa di Mosca, citato dalla Tass, ha annunciato delle "pause" nelle operazioni dell'esercito russo per favorire l'evacuazione di civili dall'Ucraina attraverso "corridoi umanitari" ovunque e in qualsiasi momento. Questa è la prima volta che la Russia parla di una tregua, lo fa nel giorno in cui Mosca e Kiev tornano al tavolo per i negoziati, con i russi che hanno anticipato porteranno sul tavolo gli aspetti tecnico-militari, umanitari e politici della crisi in Ucraina.

TASS, CORRIDOI UMANITARI AL CENTRO DEI COLLOQUI

Al centro dei negoziati con la Russia di Brest ci sarà la questione dei corridoi umanitari, hanno detto membri della delegazione ucraina citati dalla Tass.

UCRAINA: MOSCA, PRONTI A CORRIDOI UMANITARI OVUNQUE

Il ministro della Difesa russo, citato dalle agenzie, ha detto "Siamo pronti a creare corridoi umanitari ovunque, in qualsiasi momento". Gli ha fatto eco il capo del centro di controllo della difesa nazionale russo, Mikhail Mizintsev "La parte russa ha già creato tutte le condizioni necessarie per un'evacuazione sicura. Siamo pronti in qualsiasi momento e in qualsiasi direzione per creare i corrispondenti corridoi umanitari", ha affermato durante una riunione del quartier generale del coordinamento sulla risposta umanitaria.

LAVROV, SIAMO PRONTI AL DIALOGO. POI L’ATTACCO ALL’OCCIDENTE

"Siamo pronti al dialogo" ha detto il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov in una conferenza stampa. "Sono sicuro che l'isteria diminuirà e che l'Occidente supererà la sua frenesia". Lavrov ha accusato l’Occidente di avere in testa la guerra nucleare "Noi non la vogliamo ma se dispiegheranno armi nucleari contro di noi affronteremo la situazione".

ZELENSKY AI RUSSI, NON AVRETE PACE, SOLO RESISTENZA AGGUERRITA

"Qui non avrete pace, non avrete da mangiare, non avrete un momento di calma". Lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un nuovo messaggio diffuso alle prime ore di oggi. Ci sarà solo, ha incalzato, una "resistenza tanto agguerrita, feroce che ricorderanno per sempre. Non rinunceremo a ciò che è nostro". Dall'inizio dell'invasione, ha rivendicato, l'Ucraina ha sventato i piani che il "nemico" preparava da anni.

ELISEO, MACRON HA PARLATO A PUTIN E ZELENSKY

Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha parlato questa mattina al telefono con il presidente russo, Vladimir Putin, e successivamente ha telefonato all'omologo ucraino, Volodymyr Zelensky. Il colloquio con il presidente russo, secondo fonti dell'Eliseo, è durato un'ora e mezzo ed è stato il terzo fra i due leader dall'inizio dell'invasione dell'esercito russo in Ucraina, il 24 febbraio.

La tregua di Mosca, corridoi umanitari per evacuare i civili. A Brest i negoziati

TIME, IN COPERTINA TRIBUTO A ZELENSKY IN CIRILLICO

La bandiera ucraina riprodotta con pennellate di giallo e blu su uno sfondo nero e una citazione in ucraino del presidente Volodymyr Zelensky. E' l'ultima copertina del settimanale americano Time che dedica così il proprio tributo al paese invaso dalla Russia. Al centro della copertina, in caratteri cirillici, la frase pronunciata da Zelensky nel suo discorso di martedì primo marzo al Parlamento Ue: "La vita vincerà sulla morte, e la luce vincerà sul buio". Sotto l'immagine di copertina, in inglese: "Volodymyr Zelensky e gli eroi dell'Ucraina".

Tags: Corridoi umanitari, Guerra, Negoziati, Russia , Tregua, Ucraina

Share this story: