Louisiana (Stati Uniti): i Dieci Comandamenti appesi in tutte le aule

Louisiana (Stati Uniti): i Dieci Comandamenti appesi in tutte le aule

Louisiana (Stati Uniti): i Dieci Comandamenti appesi in tutte le aule Photo Credit: agenzia fotogramma


Il Governatore Jeff Landry firma la legge che obbliga le scuole di ogni grado ad esporre Comandamenti nelle classi

LE LEGGI DI ALCUNI STATI AMERICANI

Niente tutela al diritto di aborto. Emanazione della legge soprannominata “Don’t say gay”. Divieto di parlare di temi o persone Lgbtqi+ nelle scuole dello Stato. Divieto per un distretto scolastico di incoraggiare la discussione sull’orientamento sessuale o l’identità di genere nelle classi elementari. Blocco di corsi di approfondimento di studi afroamericani per le scuole superiori. Messa al bando della “critical race theory”, la teoria secondo la quale il “razzismo è radicato nel tessuto e nel sistema della società americana ed è pervasivo nella cultura dominante”. Divieto di competere ad atleti transgender.

No, non sono i limiti dello stato teocratico iraniano, bensì quelli di alcuni Stati (Repubblicani) degli Stati Uniti D’America. Nello specifico, molti si riferiscono a leggi della Florida, dove il Governatore Ron De Santis (ex candidato Repubblicano alle presidenziali USA), la vede così tema di diritti civili…


LA LEGGE IN LOUISIANA

Al Governatore della Florida si è allineato quello dello Stato della Louisiana, Jeff Landry, che ha firmato una legge che impone l’affissione delle leggi di Mosè (i Dieci Comandamenti, per intenderci) in tutte le aule delle scuole. Per non offendere nessuno, sono state definite anche le misure esatte dei poster: devono essere larghi almeno 28 centimetri e alti 34 (pare che le tavole di Mosè avessero grosso modo queste dimensioni…)

Lo Stato della Louisiana vanta alcuni primati di cui andar fieri: è al 48° posto su 50 per reddito medio, al 50° per sicurezza ed è al 47° posto per qualità della scuola. L’amministrazione statale è convinta che crescere leggendo sulla parete il quinto comandamento, “non uccidere”, o il settimo, “non rubare”, aiuterà a ridurre i reati in uno Stato in cui è diventato legale girare armati senza licenza.

La misura permetterà ai “nostri figli di sollevare lo sguardo e vedere cosa Dio dice che è giusto e cosa è sbagliato” ha commentato la deputata Repubblicana Dodie Horton, che è la posizione tipica di un rappresentate di uno Stato laico e liberale…

La legge è già diventata esecutiva e ha scatenato la protesta dei gruppi laici e di quelli che si battono per la difesa dei diritti civili. Alcune organizzazioni hanno definito la legge “incostituzionale” e annunciato battaglia legale. Il caso potrebbe arrivare fino alla Corte Suprema, ma la prospettiva non sembra preoccupare i Repubblicani.

Bello quel tempo in cui l’occidente veniva percepito quale culla dei diritti e delle libertà individuali…



Argomenti

COMANDAMENTI
LEGGI
LOUISIANA
SCUOLA
USA

Gli ultimi articoli di Valentina Iannicelli

  • Trentaduesimo anniversario della strage di via D'Amelio: morirono Paolo Borsellino e cinque uomini della scorta

    Trentaduesimo anniversario della strage di via D'Amelio: morirono Paolo Borsellino e cinque uomini della scorta

  • Convention repubblicana: Donald Trump accetta la candidatura del partito. Il discorso

    Convention repubblicana: Donald Trump accetta la candidatura del partito. Il discorso

  • Incendio doloso a Nizza: sette vittime di cui tre bambini e un adolescente

    Incendio doloso a Nizza: sette vittime di cui tre bambini e un adolescente

  • Joe Biden ha il Covid: la nuova tegola per il presidente degli Stati Uniti

    Joe Biden ha il Covid: la nuova tegola per il presidente degli Stati Uniti

  • Aurora Ramazzotti ancora nel mirino di un hater, difeso anche da Fabrizio Corona

    Aurora Ramazzotti ancora nel mirino di un hater, difeso anche da Fabrizio Corona

  • Caccia al covo di Matteo Messina Denaro: la Dda di Palermo segue gli spostamenti del capomafia

    Caccia al covo di Matteo Messina Denaro: la Dda di Palermo segue gli spostamenti del capomafia

  • Giro d’Italia Women, vittoria a Elisa Longo Borghini, successo italiano dopo 16 anni

    Giro d’Italia Women, vittoria a Elisa Longo Borghini, successo italiano dopo 16 anni

  • Giro d’Italia Women, la sesta tappa a Liane Lippert, Longo Borghini difende la maglia rosa

    Giro d’Italia Women, la sesta tappa a Liane Lippert, Longo Borghini difende la maglia rosa

  • Giro d’Italia Women, quarta tappa alla canadese Clara Emond, in rosa resiste Elisa Longo Borghini

    Giro d’Italia Women, quarta tappa alla canadese Clara Emond, in rosa resiste Elisa Longo Borghini

  • Giro d'Italia Women, la terza tappa alla neozelandese Fisher Black, in rosa sempre Elisa Longo Borghini

    Giro d'Italia Women, la terza tappa alla neozelandese Fisher Black, in rosa sempre Elisa Longo Borghini