Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Roma: incendio in un deposito di rifiuti sulla Salaria, Campidoglio, no attività all'aperto e finestre chiuse, ministro Costa chiede aiuto alle altre regioni in vista del Natale
- Roma: ministro economia Tria, ok al reddito di cittadinanza e alla pensioni, ma ci vorrà qualche tempo per realizzarle
- Gb: dibattito sulla Brexit, presidente commissione Ue Juncker, accordo trovato è l'unico possibile
- Milano: Fabrizio Corona aggredito da due pusher in un bosco nei pressi di Rogoredo, stava realizzando un servizio televisivo sullo spaccio
- Corinaldo (AN): migliorano le condizioni dei ragazzi rimasti feriti in discoteca, respirano autonomamente, sciolta la prognosi per il paziente più grave
- Kenya: Media, arrestato uno dei tre rapitori di Silvia Romano, caccia agli altri due sequestratori
- Palermo: operazione antimafia all'alba, nel mirino degli investigatori presunti fiancheggiatori del superboss latitante Matteo Messina Denaro
- Calcio: Champions League, ultima e decisiva giornata della fase a gironi, alle 21.00 Inter-PSV Eindhoven e Liverpool-Napoli
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
04 dicembre 2018

Mafia, 46 arresti a Palermo, c'è anche nuovo capo Cosa Nostra

Si chiama Settimino Mineo ed ha 80 anni, l'indagine della dda del capoluogo siciliano fa emergere che era stata ricostruita la Cupola

Cosa nostra, dopo anni, aveva ricostruito la storica Cupola. Emerge da una indagine della dda di Palermo che ha disposto il fermo di 46 persone tra cui il nuovo capo dell'organizzazione, Settimino Mineo, 80 anni. Ufficialmente gioielliere, ma con un "curriculum" mafioso di decenni, già condannato a 5 anni al maxi processo istruito da Giovanni Falcone, fu riarrestato 12 anni fa per poi tornare in libertà dopo una condanna a 11 anni.​ Per il terrore di essere intercettato, Mineo, non utilizzava neppure il telefono cellulare. Inoltre, cercava di utilizzare l'auto il meno possibile e preferiva camminare a piedi.​ Le accuse per gli indagati sono di associazione mafiosa, estorsione aggravata, intestazione fittizia di beni, porto abusivo di armi, danneggiamento a mezzo incendio, concorso esterno in associazione mafiosa​.

Mafia, 46 arresti a Palermo, c'è anche nuovo capo Cosa Nostra