Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Francia: è caccia all'uomo a Strasburgo, spari al mercatino di Natale, la Prefettura, i morti accertati sono 2 più una persona in stato di morte celebrale
- Francia: attacco a Strasburgo, l'attentatore si chiama Cherif Chekatt, 29 anni, è tuttora in fuga, fermati due fratelli dell'uomo che ha sparato
- Roma: attentato Strasburgo, aumentate anche in Italia le misure di sicurezza in vista di Natale e Capodanno
- Roma: spari a Strasburgo, Ministro Interno Salvini, arresto per chi esulta online e festeggia la morte di qualcun altro
- Torino: fatti di Piazza San Carlo del 2017, la Cassazione, è omicidio preterintenzionale, confermata l'ipotesi dell'accusa, banda dello spray del peperoncino
- Gran Bretagna: Brexit, governo nella bufera, atteso il voto di sfiducia a Theresa Tay, il Primo Ministro britannico, non mi dimetterò
- Bruxelles: manovra economica italiana, oggi incontro tra il premier Giuseppe Conte e il presidente della commissione europea Juncker
- Calcio: Champions League, stasera alle 18.55 Vitoria Plzen-Roma, alle 21.00 Young Boys-Juventus, Napoli e Inter eliminate
- Roma: Istat, disoccupazione in calo nel terzo trimestre, è al 10,2%, boom di contratti a termine
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
13 giugno 2018

Messico, candidato alle elezioni ucciso mentre scatta un selfie

È la 112esima vittima dall'inizio della campagna elettorale

Fernando Purón Johnston, candidato alle elezioni messicane per il Partido Revolucionario Institucional, è stato colpito da un proiettile alla testa mentre si stava scattando un selfie con un sostenitore. È successo a Piedras Negras, nel nord est del Paese. L’uomo aveva appena finito un dibattito elettorale e, all’uscita dalla sala, era stato accolto da un gruppo di fan. Mentre il candidato stava scattando un selfie con uno di loro, un uomo da dietro si è avvicinato e gli ha sparato alla testa uccidendolo. È la centododicesima vittima dall’inizio della campagna elettorale. Purón aveva di recente ricevuto diverse minacce tanto da andare in giro per i comizi con dieci uomini di scorta, che però non sono serviti ad evitare la tragedia.

Messico, candidato alle elezioni ucciso mentre scatta un selfie