Ministra Azzolina a RTL 102.5: "Data riapertura scuole 14 settembre è certa. Studenti con mascherina? Si decide ad agosto"

29 luglio 2020, ore 10:10

La ministra dell'Istruzione ospite di Non Stop News parla anche dei nuovi banchi e della necessità di trovare una soluzione strutturale per il futuro a proposito dei seggi elettorali nelle scuole

Tante le questioni affrontate con la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina nella puntata di stamattina di Non Stop News su RTL 102.5. In primo piano, ovviamente, la riapertura delle scuole fissata per il 14 settembre e il problema delle elezioni che costringeranno gli studenti a fermarsi dopo pochi giorni:

"Io sto lavorando per riportare tutti a scuola il 14 settembre in sicurezza, ed è una data certa di ripartenza della scuola. Ci sono poi alcune scuole interessate per i seggi che dovrebbero richiudere subito dopo, e di fatto si perderebbero due giorni di lezioni, ma io mi sono impegnata a trovare dei seggi alternativi, il che dipende dagli enti locali. Io non so se per settembre ce la faranno a ricollocare i seggi, dati i tempi stretti, ma ci si può riflettere per il futuro a trovare una soluzione strutturale per evitare che le elezioni si svolgano nelle scuole”.


La ministra Azzolina e l'assunzione dei docenti

La ministra dell’Istruzione Azzolina si è espressa in merito ai nuovi posti previsti a settembre per i docenti spiegando di aver "fatto la richiesta al Ministro dell’Economia e delle Finanze per 80.000 posti" e che "sono già stati selezionati perché fanno parte di graduatorie di concorsi vecchi"; mentre "quello nuovo invece si farà a inizio ottobre e quei docenti si aggiungeranno e verranno assunti come se il concorso l’avessero fatto quest’estate". Quindi ha chiosato:

"A noi interessa dare alle famiglie e agli studenti, docenti preparati, perché si parla della qualità dell’istruzione e del futuro del nostro paese, a scuola si formano tutti".


La ministra Azzolina tra banchi e edilizia scolastica

Sul tema dell’edilizia scolastica e dei lavori fatti e da fare, la ministra Azzolina ha ricordato di aver "firmato a fine gennaio 798 milioni di euro da dare agli enti locali per i lavori di edilizia scolastica" e successivamente "altri 855 milioni":

"Quindi una parte di soldi ci sono già, ma non bastano perché il patrimonio di edilizia scolastica che abbiamo è molto vasto. Tante scuole dovrebbero essere costruite e su tante dovrebbero essere fatti dei lavori, per settembre noi stiamo facendo lavori di edilizia leggera, però da qui al futuro è chiaro che bisogna intervenire e lo si può fare con il Recovery Fund. E’ chiaro che una parte di quei soldi dovrà andare in investimenti per l’edilizia scolastica in un piano pluriennale, serio e programmato e concordato con gli enti locali. Questo permetterà di abbattere il numero di alunni per classe, di ridurli e di combattere la dispersione scolastica, studenti che abbandonano gli studi e quindi poi non lavorano e restano a carico dello Stato”.

Sulla discussa questione dei nuovi banchi e della riorganizzazione degli spazi all’interno delle scuole, la ministra Azzolina ha detto:

"In questi giorni ho letto di tutto a proposito dei banchi, molta disinformazione. Il Governo ha deciso di fare un grande investimento sulla scuola: non possiamo stare a guardare i video delle scuole belle e colorate dei altri paesi e poi quando c’è la possibilità per l’Italia di investire, stare a lamentarci. Noi abbiamo messo tanti soldi sia per i docenti che per gli ambienti di apprendimenti e credo che su queste cose non bisogna fare polemica".


La ministra Azzolina e le mascherine per gli studenti

A proposito dell’uso della mascherina da parte degli studenti, la ministra ha precisato che "il Comitato tecnico scientifico del Ministero della Salute ad agosto ci riaggiornerà e ci farà sapere se è necessario che gli studenti indossino la mascherina, perché le decisioni sanitarie devono essere prese considerando la curva epidemiologica”. Infine ha ribadito che la data per la riapertura delle scuole non è in discussione: 14 settembre.


Di seguito il video integrale dell'intervista.

Ministra Azzolina a RTL 102.5: "Data riapertura scuole 14 settembre è certa. Studenti con mascherina? Si decide ad agosto"
Il Ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina: la scuola ripartirà sicuramente il 14 settembre

Col ministro abbiamo parlato delle elezioni che si dovrebbero tenere nel prossimo autunno. Il dibattito in questi giorni è stato sull'opportunità o meno di utilizzare le aule scolastiche. La Azzolina ha spiegato ai nostri microfoni che le elezioni riguarderanno solo la metà delle scuole italiane e che lo stop dovrebbe essere di soli due giorni. Da qui a settembre, ci ha detto, che difficilmente si riuscirà a trovare dei luoghi alternativi ma che per il futuro occorrerà trovare soluzioni strutturali alternative. In merito alla sua richiesta di assumere 80 mila docenti a settembre la Azzolina ha spiegato che verranno selezionati grazie a vecchie graduatorie e ad un nuovo concorso previsto ad ottobre. La ministra ha ribadito che una parte dei soIdi del Recovery Fund dovrà essere destinata necessariamente all'edilizia scolastica, è necessario un piano pluriennale strutturato. Abbiamo interrogato la ministra anche sulle polemiche sul ritorno a scuola: dai banchi a rotelle alle mascherine si o no. E questa è stata anche l’occasione per parlare di arredi scolastici. La stessa Azzolina ha ribadito la necessità di rimodernare tutta la Scuola e questo passa anche dalle aule italiane che dovranno diventare più belle. Sulle mascherine invece ci ha detto che ci sarà un confronto futuro perché le decisioni dovranno essere prese in virtù della curva epidemiologica. In chiusura il ministro ha assicurato che la scuola ripartirà il 14 settembre, anche se alcuni studenti potrebbero tornare in aula già dal primo settembre per i recuperi. Non Stop News e condotto da Giusì Legrenzi, Enrico Galletti e Luigi Santarelli.

Tags: intervista, Lucia Azzolina, non stop news, scuola

Share this story: