Missili russi sulla capitale ucraina Kiev. La minaccia di Putin, colpiremo nuovi siti se l’Occidente fornirà razzi lungo raggio

05 giugno 2022, ore 12:19

L’attacco alla capitale è stato sferrato da un bombardiere strategico Tu-95 che sorvolava il Mar Caspio. Zelensky ribadisce che la situazione a Severodonetsk è estremamente difficile

I missili russi che questa mattina hanno colpito la capitale ucraina Kiev sono stati lanciati da un bombardiere strategico Tu-95 che sorvolava il Mar Caspio. Si tratta di un quadrimotore di fabbricazione sovietica e progettato per compiere missioni di deterrenza e attacchi nucleari. La nuova versione di questo aereo è in grado di lanciare missili da crociera a lungo raggio. Un attacco preceduto dalla minaccia di Putin nel caso in cui l’Occidente fornirà razzi lungo raggio a Kiev “La Russia ne prenderà atto e colpirà strutture finora risparmiate dalla guerra”. E dalle parole ai fatti Mosca, nelle scorse ore, ha lanciato un missile da crociera che è volato "criticamente a bassa quota" sulla centrale nucleare dell'Ucraina meridionale nella regione di Mykolayiv. Si combatte ancora a Severodonetsk, dove la situazione "rimane estremamente difficile" dice Zelensky ma, aggiunge, le forze russe hanno perso terreno. "Non portate l'umanità alla rovina" ha detto Papa Francesco in un nuovo appello ai responsabili delle nazioni per il cessate il fuoco. La pace si fa in due, l’Ucraina apre ma la Russia bombarda, commenta il ministro di Maio che definisce inaccettabile l’attacco russo ai media italiani.

MOSCA, IN RAID A KIEV DISTRUTTI BLINDATI FORNITI DA EUROPA

Le forze armate russe hanno distrutto blindati forniti dai Paesi dell'Europa orientale all'Ucraina nel corso di raid aerei che hanno colpito oggi la periferia di Kiev. "Missili ad alta precisione a lungo raggio lanciati dalle forze aerospaziali russe contro la periferia di Kiev hanno distrutto i carri armati T-72 forniti dai paesi dell'Europa orientale e altri veicoli corazzati che erano negli hangar", ha affermato il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov, secondo quanto riporta la Tass.

PUTIN, ULTERIORI CONSEGNE ARMI A KIEV PROLUNGHERANNO SOLO IL CONFLITTO

"Tutto questo chiasso su ulteriori consegne di armi (all'Ucraina, ndr) ha come unico obiettivo quello di estendere la durata del conflitto il più a lungo possibile", ha affermato il Presidente russo, Vladimir Putin, in una intervista con Pavel Zarubin su Rossiya 1.

BOMBE SUL DONBASS, 4 MORTI IN 24 ORE

Le truppe russe hanno attaccato nelle ultime 24 ore 32 località nelle regioni di Lugansk e Donetsk, nell'Ucraina orientale, uccidendo almeno quattro persone e ferendone altre 13: lo ha reso noto su Facebook la Task Force delle Forze Congiunte ucraine, secondo quanto riporta Ukrinform. Nel corso degli attacchi sono stati danneggiati o distrutti 81 obiettivi civili, inclusi 75 edifici residenziali. I genieri, inoltre, hanno rilevato e disinnescato 63 ordigni esplosivi nei distretti di Kramatorsk, Bakhmut, Pokrovske e Volnovakha, nella regione di Donetsk. Allo stesso tempo, i servizi di emergenza hanno evacuato 544 persone dalle zone di combattimento.

262 BAMBINI UCCISI DALL'INIZIO DELLA GUERRA

Il bilancio dei bambini uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione russa è salito a 262: è quanto emerge dai dati del Parlamento del Paese. I minori feriti sono almeno 467. Lo riporta il Guardian.

Missili russi sulla capitale ucraina Kiev. La minaccia di Putin, colpiremo nuovi siti se l’Occidente fornirà razzi lungo raggio

DI MAIO: RAVVIVARE NEGOZIATO, MA STRADA IN SALITA

"Il vero tema in questo momento è quello di ravvivare il negoziato". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio parlando della crisi ucraina, durante la sua visita a Napoli. "C'è stato questo tentativo della Turchia di far parlare Zelensky e Putin - ha aggiunto – dobbiamo riuscirci ma voglio essere sincero: in questo momento vedo una strada in salita".







Tags: Kiev, Luigi Di Maio, Mosca, Papa Francesco, Russia, Ucraina

Share this story: