Morte Rega, Premier Conte, è il momento della commozione

 28 luglio 2019

Il presidente del Consiglio si riserva di entrare nella vicenda del vicebrigadiere Cerciello Rega, mentre infuria la polemica politica

"C'è molta commozione e tutta la massima vicinanza ai familiari, alla moglie, ai genitori perché è una perdita che addolora tutti". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte ai giornalisti appena uscito dalla camera ardente in piazza Trinità dei Pellegrini dove insieme alla sindaca di Roma Virginia Raggi e al prefetto di Roma Gerarda Pantalone ha reso omaggio a Mario Cerciello Rega, il carabiniere della stazione di piazza Farnese ucciso venerdì notte in Prati a Roma. "Questo è momento della commozione - ha proseguito il presidente del Consiglio - è il momento di star vicini alla famiglia". "Per qualche altra dichiarazione di più ampio respiro", “mi riservo di farvi sapere. Sulla vicenda è forte la polemica a livello politico. "A chi si lamenta della bendatura di un arrestato, ricordo che l'unica vittima per cui piangere e' un uomo, un figlio, un marito di 35 anni, un Carabiniere, un servitore della Patria morto in servizio per mano di gente che, se colpevole, merita solo la galera a vita", ha commentato il ministro dell'Interno, Matteo Salvini. Parole su cui e' intervenuto l'ex presidente del Senato Pietro Grasso affermando che "chi rappresenta lo Stato non deve fare queste cose. Chi fa il Ministro della Repubblica non deve giustificarle. Penso che quella foto sia la prova di almeno un paio di reati, e probabilmente una buona arma in mano agli avvocati difensori dell'assassino".

Morte Rega, Premier Conte, è il momento della commozione

Share this story: