Poker azzurro, l’Italia ha battuto 4-0 l’Estonia nell’amichevole giocata a Firenze

11 novembre 2020, ore 22:44

L’Italia ha battuto senza difficoltà una piccola Estonia, punteggio di 4-0, protagonista della serata è stato Vincenzo Grifo, autore di una doppietta; a segno anche Bernardeschi e Orsolini

Un inedito nazionale

Per la prima volta nella storia la Nazionale italiana è scesa in campo senza che in panchina ci fosse il commissario tecnico: Roberto Mancini, risultato positivo al Covid 19, ha seguito la partita dalla sua casa romana, comunque in costante collegamento con il suo staff; in panchina c’era il suo vice, Chicco Evani. A fare da ponte tra casa Mancini e il campo di Firenze c’è stato il capo delegazione Gianluca Vialli, con tanto di auricolare. L’Italia, in formazione sperimentale, ha ottenuto una vittoria limpida, pur senza strafare: il 4-0 è un risultato netto. La vittoria non ha portato tre punti ma è molto utile per sperare di essere teste di serie nel sorteggio per le qualificazioni al prossimo mondiale.

Tutto facile 

La partita con l’Estonia ( numero 107 del ranking Fifa) si è messa quasi subito in discesa. L’Italia ha sbloccato la gara dopo tredici minuti grazie al primo gol con la maglia della nazionale di Vincenzo Grifo: è un ragazzo italo-tedesco, gioca nel Friburgo, da qualche tempo nell’orbita azzurra; la sua è stata una rete di qualità: lancio lungo di Bastoni, sponda di Lasagna e tiro al volo da diciotto metri con palla sul palo interno e poi in porta. Al ventisettesimo il raddoppio degli azzurri, a segno Federico Bernardeschi: spunto personale e rasoterra dal limite sul primo palo. Prima dell’intervallo anche un paio di occasioni per Di Lorenzo. Nel secondo tempo da segnalare il debutto in Nazionale dell’atalantino Matteo Pessina, dell’attaccante del Monaco Pietro Pellegri, del genoano Luca Pellegrini e del milanista Davide Calabria. Alla mezzora di una ripresa non proprio emozionante Gagliardini si è procurato un rigore, trasformato con potenza e precisione da Grifo, autore di una doppietta. Cinque minuti più tardi bella occasione per il neo entrato El Sharaawy e gran parata di Meerits. Al quarantesimo un altro neo entrato, Riccardo Orsolini, ha guadagnato e realizzato un altro calcio di rigore per il poker azzurro.

Amichevole evitabile 

Abbiamo sempre sostenuto la Nazionale e difeso i suoi spazi. Non ci si può affezionare all’azzurro solo nel mese in cui ci sono i mondiali o gli europei. Però, in questa situazione, forse l’amichevole con l’Estonia si poteva evitare; il Covid assedia anche il mondo del calcio, le squadre sono decimate, i calendari compressi. Le ASL fanno sentire la loro voce, peraltro non univoca. In questo ritiro convocazioni e allenamenti sono stati un rebus, diversi giocatori (bloccati nei giorni scorsi) hanno potuto raggiungere il gruppo successivamente; ad esempio a Coverciano sono appena arrivati l’interista Nicolò Barella e il laziale Francesco Acerbi.

Ora la Nations League 

Saranno a disposizione per le due prossime partite, decisive per il girone di Nations League. La classifica al momento è la seguente: Polonia 7 punti, Italia 6, Olanda 5 e Bosnia Erzegovina 2. Gli azzurri domenica prossima a Reggio Emilia affronteranno i polacchi e dovranno sfruttare l’occasione per il sorpasso. Poi tra una settimana l’Italia sarà ospite della Bosnia a Sarajevo. Se la Nazionale di Roberto Mancini riuscisse ad arrivare al primo posto nel girone nel 2021 disputerà la Final Four della Nations League, che in caso di presenza azzurra si terrà a Milano o a Torino.


Poker azzurro, l’Italia ha battuto 4-0 l’Estonia nell’amichevole giocata a Firenze
Tags: calcio, estonia, italia

Share this story: