Sanremo, Franceschini: "No a pubblico e figuranti al teatro Ariston", Amadeus pronto a dimettersi?

28 gennaio 2021, ore 12:18 , agg. alle 15:04

Il ministro dei Beni culturali: "Il pubblico, pagante, gratuito o di figuranti, potrà tornare solo quando le norme lo consentiranno per tutti i teatri e cinema", voci dicono che Amadeus sarebbe pronto a lasciare il Festival

"Il Teatro Ariston di Sanremo è un teatro come tutti gli altri e quindi, come ha chiarito il ministro Speranza, il pubblico, pagante, gratuito o di figuranti, potrà tornare solo quando le norme lo consentiranno per tutti i teatri e cinema. Speriamo il prima possibile". A riaccendere i riflettori sul Festival di Sanremo 2021 è un tweet arrivato in mattinata dal ministro dei Beni culturali e Turismo, Dario Franceschini. Una decisione che cambia le carte in tavola, soprattutto a pochi giorni dalle dichiarazioni di Fiorello e Amadeus, che avevano assicurato: “Senza pubblico, impossibile fare il Festival”.

Amadeus pronto a lasciare il Festival?

Dopo il tweet del ministro Franceschini, sul divieto dei figuranti al Teatro Ariston, sono sempre più insistenti le voci che dicono che Amadeus sarebbe pronto a rimettere il suo mandato di direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo. "Io sono il primo a sperare che l'andamento dei contagi consenta di riaprire al più presto i teatri con le misure di sicurezza necessarie e sto lavorando per questo. Ma le regole vigenti valgono per tutti, dallo spettacolo più grande al teatro più piccolo”, ha replicato Franceschini poco fa.

Sanremo finisce sul tavolo del Cts, oggi il cda Rai

Una discussione, quella sul Festival di Sanremo, che si riapre proprio nei giorni in cui la kermesse è arrivata sul tavolo del Comitato tecnico scientifico. Il ministro Speranza, nelle scorse ore, ha coinvolto gli esperti, chiedendo indicazioni sul protocollo di sicurezza per artisti e maestranze, sollecitato dalle case discografiche. Oggi è il giorno dell'informativa nel cda Rai

Al Bano: "Festival senza pubblico? Scelta giusta"

"La mia su Sanremo l'ho già detta: in onore del Festival e per ciò che ha rappresentato nel mondo e per gli italiani è meglio rimandarlo''. Questo il parere di Al Bano dopo la notizia del "no" al pubblico in sala all'Ariston. "È giusto che non ci sia il pubblico, sarebbe troppo rischioso. Per questo dico: 'rispettiamo Sanremo e rimandiamolo''', continua. "Hanno cancellato il Carnevale di Rio de Janeiro e il festival de Viña del Mar in sud America, il Covid morirà, Sanremo deve essere onorato per quello che è e farlo in piena pandemia è un errore''. E sulle voci che dicono che Amadeus sarebbe pronto a rimettere il suo mandato di direttore artistico e conduttore del festival, Al Bano dice: "Sarebbe un peccato, ormai aveva fatto esperienza''.
Sanremo, Franceschini: "No a pubblico e figuranti al teatro Ariston", Amadeus pronto a dimettersi?
Tags: festival di sanremo, al bano, amadeus, ariston, fiorello, franceschini, sanremo

Share this story: