Serie A, la Roma crolla a Marassi, poker del Genoa; la Fiorentina fallisce l'aggancio alla Juventus

Serie A, la Roma crolla a Marassi, poker del Genoa; la Fiorentina fallisce l'aggancio alla Juventus

Serie A, la Roma crolla a Marassi, poker del Genoa; la Fiorentina fallisce l'aggancio alla Juventus Photo Credit: agenziafotogramma.it


Questi i risultati dei posticipi del turno infrasettimanale: Genoa-Roma 4-1, Frosinone-Fiorentina 1-1, Monza-Bologna 0-0. Classifica allarmante per i giallorossi, solo due punti sopra la zona retrocessione

GENOA-ROMA 4-1

Per il Genoa una notte da sogno, buio pesto per la Roma. Il crollo dei giallorossi è clamoroso: in campo e in classifica. Ora la squadra di Mourinho è al sedicesimo posto, poco sopra la zona retrocessione. Partenza a razzo per i rossoblù, letteralmente scatenati nei primi minuti di gara. Al quinto Genoa già in vantaggio: rasoterra vincente di Guðmundsson dopo l'assist di Strootman. Giallorossi sorpresi dal gran ritmo dei padroni di casa, che vanno anche vicino al raddoppio. Con il passare dei minuti la Roma si risistema e al ventiduesimo arriva il pareggio: lo segna Cristante, di testa, dopo un cross perfetto di Spinazzola. Prima dell'intervallo nuovo scatto in avanti del Genoa: azione da manuale rifinita in rete da Retegui.  A inizio ripresa Lukaku si vede annullare un gol per posizione irregolare di fuorigioco. La Roma, anche con Belotti in campo, prova a spingere alla ricerca del pareggio. Ma sull'altro fronte sugli sviluppi di un corner Thorsby mette in rete da pochi passi. Mourinho reagisce inserendo altri attaccanti: El Shaarawy e Azmoun. Ma con la Roma sbilanciata in avanti, il Genoa vola in contropiede fino al 4-1 del neo entrato Messias. Totti lascia malinconicamente la tribuna, allo stadio Ferrari tripudio di bandiere rossoblu. 



FROSINONE-FIORENTINA 1-1

I viola hanno cercato l'allungo, ma i ciociari non mollano mai: la partita è finita in parità. La Fiorentina si è presentata allo stadio Stirpe con una forte motivazione: sapeva che con una vittoria avrebbe raggiunto la Juventus al terzo posto e fin dei primi minuti ha impostato una gara offensiva. Il gol che ha sbloccato la gara lo ha segnato Nico Gonzales con un bel colpo di testa dopo diciannove minuti, ma già in precedenza i viola avevano avuto almeno tre nitide occasioni. Una volta sotto i ciociari hanno reagito, pericoloso un tiro di Brescianini. Prima dell'intervallo la squadra di Vincenzo Italiano ha sfiorato il raddoppio in un paio di occasioni. Come spesso capita, chi non chiude la partita finisce con il pagare dazio. Nel secondo tempo il Frosinone, anche grazie ai cambi, ha alzato ritmo e baricentro: al venticinquesimo minuto il pareggio nato da una fuga di Caso sulla sinistra; il suo cross sul secondo palo è stato indirizzato in rete di testa da Soulè. I viola si sono rigettati in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio, ma hanno anche rischiato qualcosa in contropiede. Alla fine un punto a testa. 


MONZA-BOLOGNA 0-0 

Nessun gol, buona qualità per un'ora, tanto nervosismo nel finale. Monza e Bologna, dopo i prestigiosi pareggi rispettivamente contro Lazio e Napoli, fanno un altro piccolo passo in classifica. La prima emozione dopo un quarto d'ora: gol di Dani Mota con un preciso colpo di testa dopo un delizioso cross d' esterno di Colpani. Ma il Var ha scovato un fuorigioco millimetrico del giocatore del Monza e la rete è stata cancellata. Prima dell'intervallo pericoloso anche il Bologna con una conclusione di Orsolini, ben respinta da Di Gregorio. Nella ripresa una rete viene invece annullata al Bologna: la segna Ferguson, ma il tutto è vanificato da un precedente fallo di Zirkzee. Nel secondo tempo è stato il Monza ad avere le due occasioni più ghiotte, non sfruttate però da Dani Mota e da Vignato. Finale nervoso, diversi ammoniti, espulso l'ex milanista Salemaekers, ora al Bologna.


SABATO DI NUOVO IN CAMPO

Solo la giornata di venerdì farà da cuscinetto tra il sesto e il settimo turno. Poche ore e si tornerà già in campo. Negli anticipi di sabato in campo quattro big: alle 15.00 Napoli di scena a Lecce, alle 18.00 a san Siro Milan-Lazio, alle 20.45 Salernitana-Inter. Domenica si inizierà alle 12.30 con Bologna-Empoli. Poi a seguire avremo Udinese-Genoa alle 15.00, Atalanta-Juventus alle 18.00 e Roma-Frosinone alle 20.45. I posticipi del lunedì saranno Sassuolo-Monza a Torino-Fiorentina alle 18.30, infine Fiorentina-Cagliari alle 20.45.



Argomenti

Roma
calcio
Fiorentina
serie A

Gli ultimi articoli di Paolo Pacchioni

  • E' scattata l'operazione Europei, gli azzurri di Spalletti sono sbarcati in Germania

    E' scattata l'operazione Europei, gli azzurri di Spalletti sono sbarcati in Germania

  • Azzurri, vittoria convincente contro la Bosnia Erzegovina, 1-0 per l'Italia con gol di Frattesi

    Azzurri, vittoria convincente contro la Bosnia Erzegovina, 1-0 per l'Italia con gol di Frattesi

  • Verso gli Europei, l'Italia da oggi riprende la preparazione; la prossima settimana si parte per la Germania

    Verso gli Europei, l'Italia da oggi riprende la preparazione; la prossima settimana si parte per la Germania

  • Nazionale, a Bologna uno scialbo 0-0 contro la Turchia. Per gli azzurri tanto possesso palla e poche occasioni

    Nazionale, a Bologna uno scialbo 0-0 contro la Turchia. Per gli azzurri tanto possesso palla e poche occasioni

  • Giro d’Italia, Roma incorona Pogacar, a Merlier la volata di Roma

    Giro d’Italia, Roma incorona Pogacar, a Merlier la volata di Roma

  • Il dominatore Tadej Pogacar impone la sua legge anche a Bassano del Grappa

    Il dominatore Tadej Pogačar impone la sua legge anche a Bassano del Grappa

  • A SAPPADA BELLA VITTORIA DI ANDREA VENDRAME

    A SAPPADA BELLA VITTORIA DI ANDREA VENDRAME

  • Giro d’Italia, a Padova vince il belga Merlier, secondo posto per Jonathan Milan

    Giro d’Italia, a Padova vince il belga Merlier, secondo posto per Jonathan Milan

  • Giro d’Italia, Pogacar concede una tregua, vince il tedesco Steinhauser

    Giro d’Italia, Pogacar concede una tregua, vince il tedesco Steinhauser

  • Giro d’Italia, incontenibile Pogacar, cala il pokerissimo

    Giro d’Italia, incontenibile Pogacar, cala il pokerissimo