Tiziano Ferro, uno show contro la paura e il terrorismo

17 novembre 2015, ore 10:32
agg. 18 novembre 2015, ore 18:23

Il cantautore durante il concerto sold out a Milano invita a non aver paura

Dopo Lo Stadio Tour che ha raccolto oltre 300mila spettatori in 8 tappe, Tiziano Ferro è tornato live stavolta nei palazzetti. Diciassette concerti sold out a cui si sono aggiunte seconda date in città come Milano, Roma, Acireale, Montichiari, Conegliano e un terzo show a Firenze. "E' lo spettacolo degli estremi: intimo ed eclatante. - ha dichiarato Tiziano - I palazzetti aggiungono degli accenti nuovi e rispetto allo show estivo ci saranno sorprese e novità. Estremi: divertimento e commozione. Ed è come mi sento io adesso". Sold out dunque al MediolanumForum di Assago (Milano) per la prima delle due date il 16 e il 17 novembre. Lo show è iniziato con una preghiera accorata di Tiziano contro le guerre e il terrorismo, un inno a non fermarsi a non farsi assalire dalla paura: "La musica non si deve fermare" è la scritta apparsa sul megaschermo prima dell'inizio dello spettacolo.
Tiziano Ferro, uno show contro la paura e il terrorismo
Sostanzialmente il concerto ricalca quanto già visto negli Stadi, più intimo e raccolto anche se le strepitose immagini sullo schermo a far da accompagnamento ai brani sono rimaste così come le luci spettacolari. La scaletta si apre con "XDono" e via via tutti i successi più grandi come "La differenza tra me e te", "Sere Nere", "Troppo Buono", "Indietro", "E fuori è buio", il nuovo singolo "Il vento" fino ai bis con "Lo Stadio", "Non me lo so spiegare" e "Incanto".

Tiziano Ferro European Tour 2015 continuerà anche fuori dall'Italia a Monaco, Ginerva, Lugano, Bruxelles e Zurigo. Terminato il tour il cantautore si chiuderà in sala di incisione per creare il nuovo progetto discografico che a quanto pare sarebbe già cristallizzato in 22 brani inediti.
Tiziano Ferro ne "Il Vento"

Tags: tiziano ferro

Share this story: