Via Crucis senza papa Francesco, ha rinunciato all'ultimo per preservare la salute in vista di veglia e messa di Pasqua

Via Crucis senza papa Francesco, ha rinunciato all'ultimo per preservare la salute in vista di veglia e messa di Pasqua

Via Crucis senza papa Francesco, ha rinunciato all'ultimo per preservare la salute in vista di veglia e messa di Pasqua Photo Credit: foto agenzia fotogramma.it


La decisione all'ultimo minuto, quanto al Colosseo tutto era pronto e i fedeli attendevano il Pontefice, Papa Bergoglio, tra l'altro, per la prima volta ha scritto le meditazioni lette durante il percorso della croce

 "Per conservare la salute in vista della Veglia di domani e della Santa Messa della domenica di Pasqua, questa sera Papa Francesco seguirà la Via Crucis al Colosseo da Casa Santa Marta". La comunicazione giunta all'improvviso e all'ultimo momento dalla Sala stampa vaticana, mentre tutti attendevano il Pontefice al Colosseo per il tradizionale rito del Venerdì Santo. Tutto era pronto, dal dispositivo di sicurezza lungo il tragitto dal Vaticano, all'organizzazione pronta ad accogliere il Papa, al pubblico in attesa, oltre che il massiccio spiegamento delle forze dell'ordine sul sito: ma la poltrona sulla consueta postazione dall'alto, da cui Francesco avrebbe dovuto presiedere la Via Crucis, è rimasta vuota.


Le meditazioni

Papa Bergoglio per la prima volta ha scritto le meditazioni lette durante il percorso della croce: ci sono "i bambini che non sorridono più" per "la follia della guerra" e tutti coloro che patiscono nel dramma dei conflitti. Ci sono i "tanti cristi umiliati dalla prepotenza". Ci sono le donne "che subiscono oltraggi e violenze". Ma anche i "bimbi non nati" e "gli anziani scartati". E ricorrono anche gli 'haters' che imperversano sui social. Nei suoi testi - nella prospettiva principalmente della preghiera, il Papa fa un compendio delle sofferenze del mondo, a cui tornare col pensiero mentre si commemora la salita di Cristo al Calvario e la sua morte in croce.


La preghiera

Lungo le 14 stazioni la croce viene portata non solo da religiosi, ma anche da migranti, disabili, persone disagiate. Ad accompagnarla anche il cardinale vicario di Roma Angelo De Donatis. E, seguendo le meditazioni del Papa, è possibile anche oggi vedere Gesù crocifisso "nei cristi umiliati dalla prepotenza e dall'ingiustizia, da guadagni iniqui fatti sulla pelle degli altri nell'indifferenza generale". "Ora capisco questa tua insistenza nell'immedesimarti coi bisognosi: tu sei stato carcerato; tu straniero, condotto fuori della città per esser crocifisso; tu sei nudo, spogliato delle vesti; tu, malato e ferito; tu, assetato sulla croce e affamato d'amore. Fa' che ti veda nei sofferenti e che veda i sofferenti in te, perché tu sei lì, in chi è spogliato di dignità", è la preghiera di Francesco. "Aiutaci a riconoscere la grandezza delle donne, loro che a Pasqua sono state fedeli e vicine a te, ma che ancora oggi vengono scartate, subendo oltraggi e violenze", sottolinea. "Gesù, questa preghiera di intercessione raggiunga le sorelle e i fratelli che in tante parti nel mondo soffrono persecuzioni a motivo del tuo nome; coloro che patiscono il dramma della guerra e quanti, attingendo forza in te, portano croci pesanti", afferma il Pontefice nelle meditazioni lette durante il percorso della croce. "Di fronte alle tragedie del mondo il mio cuore è di ghiaccio o si scioglie? - dice ancora - Come reagisco alla follia della guerra, a volti di bimbi che non sanno più sorridere, a madri che li vedono denutriti e affamati e non hanno più lacrime da versare?". "Gesù, fa' che ti riconosca e ti ami nei bimbi non nati e in quelli abbandonati", "in tanti giovani, in attesa di chi ascolti il loro grido di dolore", "nei troppi anziani scartati", "nei detenuti e in chi è solo", "nei popoli più sfruttati e dimenticati", implora il Pontefice. Non dimenticando neppure, nel rivolgersi a Gesù, che "tanti seguono il barbaro spettacolo della tua esecuzione e, senza conoscerti e senza conoscere la verità, emettono giudizi e condanne, gettando su di te infamia e disprezzo. Accade anche oggi, Signore, e non serve nemmeno un macabro corteo: basta una tastiera per insultare e pubblicare sentenze". Ma "la sofferenza con Dio non ha l'ultima parola", è il richiamo alla speranza che fa da sfondo alla Via Crucis.



Argomenti

Papa Francesco
Via Crucis

Gli ultimi articoli di Redazione Web

  • Piero Fassino a RTL 102.5 sulle accuse di furto in aeroporto: “Denunce? per ora non ho ricevuto nulla, spero di chiarire l’equivoco con l’aeroporto”

    Piero Fassino a RTL 102.5 sulle accuse di furto in aeroporto: “Denunce? per ora non ho ricevuto nulla, spero di chiarire l’equivoco con l’aeroporto”

  • Nasce la nuova Audiradio, il futuro degli ascolti radiofonici

    Nasce la nuova Audiradio, il futuro degli ascolti radiofonici

  • Imagine Dragons, “Loom” è il nuovo album in uscita a giugno

    Imagine Dragons, “Loom” è il nuovo album in uscita a giugno

  • Lazza: "Locura Tour", otto nuovi live nel 2025

    Lazza: "Locura Tour", otto nuovi live nel 2025

  • Ponti di primavera più cari per gli italiani, in arrivo una stangata da 780 milioni

    Ponti di primavera più cari per gli italiani, in arrivo una stangata da 780 milioni

  • L'Italia, ormai è certo, sarà presente con cinque squadre in Champions, ma potrebbero diventare sei e c'è anche il Mondiale per club

    L'Italia, ormai è certo, sarà presente con cinque squadre in Champions, ma potrebbero diventare sei e c'è anche il Mondiale per club

  • Michele Bravi a RTL 102.5 : «Con Carla Bruni è stato un colpo di fulmine»

    Michele Bravi a RTL 102.5 : «Con Carla Bruni è stato un colpo di fulmine»

  • Angelina Mango: il primo disco ufficiale in uscita il 31 maggio

    Angelina Mango: il primo disco ufficiale in uscita il 31 maggio

  • Taylor Swift, conto alla rovescia per il nuovo album. Tortured Poets Department esce domani, fan in fila a Los Angeles

    Taylor Swift, conto alla rovescia per il nuovo album. Tortured Poets Department esce domani, fan in fila a Los Angeles

  • Champions: Real Madrid in semifinale, City beffato ai rigori. Nell'altro quarto avanza il Bayern Monaco

    Champions: Real Madrid in semifinale, City beffato ai rigori. Nell'altro quarto avanza il Bayern Monaco