Violenze in carcere, 52 misure cautelari per agenti penitenziari, per presunti pestaggi ai detenuti nel lockdown

Violenze in carcere, 52 misure cautelari per agenti penitenziari, per presunti pestaggi ai detenuti nel lockdown

Violenze in carcere, 52 misure cautelari per agenti penitenziari, per presunti pestaggi ai detenuti nel lockdown


A Santa Maria Capua Vetere, il 6 aprile del 2020 era scoppiata una rivolta dei detenuti dopo alcuni casi di positività al Covid in carcere, gli agenti accusati di aver usato la forza

Sono 52 gli appartenenti al Corpo di Polizia penitenziaria nei confronti dei quali questa mattina sono state eseguite altrettante misure cautelari disposte dal gip di Santa Maria Capua Vetere nell'ambito dell'inchiesta della Procura sammaritana sui presunti pestaggi avvenuti nel carcere casertano ad aprile 2020.  Agli arresti domiciliari  sono finiti Gaetano Manganelli, ex comandante dell'istituto penitenziario casertano, adesso nel carcere di Napoli-Secondigliano, e Pasquale Colucci, comandante del nucleo traduzioni e piantonamenti. Tra i destinatari di misura cautelare figura anche Antonio Fullone, provveditore dell'amministrazione penitenziaria della Campania.

Indagini dopo denunce detenuti

L'inchiesta era stata avviata a seguito delle denunce, da parte di alcuni detenuti, di violenze avvenute nei loro confronti come "punizione" per la rivolta scoppiata il 6 aprile 2020 a seguito di alcuni casi di positività al Covid in carcere. A giugno 2020 oltre 40 agenti della polizia penitenziaria sono stati raggiunti da avvisi di garanzia in quanto indagati dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere per reati di tortura, violenza privata e abuso di autorità ai danni dei detenuti. Una misura interdittiva è stata notificata anche al provveditore delle carceri della Campania, Antonio Fullone. La notifica degli avvisi di garanzia da parte dei carabinieri agli indagati, l'11 giugno 2020, provocò polemiche per la modalità d'esecuzione: alcuni poliziotti, infatti salirono, sui tetti dell'istituto penitenziario per protestare. All'esterno del carcere sammaritano si tennero proteste da parte di agenti di polizia penitenziaria per il coinvolgimento dei colleghi nell'inchiesta e per le modalità di notifica degli atti.

Provvedimenti abnormi per il sindacato

Per il sindacato autonomo della Polizia Penitenziaria, il Sappe, i provvedimenti eseguiti oggi sono abnormi. Lo si legge in una nota del segretario generale, Donato Capece: "Prendiamo atto dell'iniziativa adottata dai magistrati. La presunzione di innocenza è uno dei capisaldi della nostra Carta costituzionale e quindi credo si debbano evitare illazioni e gogne mediatiche"

La nota del Ministero della Giustizia 

Il Ministero della Giustizia segue con ''preoccupazione" gli sviluppi dell'inchiesta di Santa Maria Capua  Vetere, che ha portato a numerose misure cautelari. La ministra, Marta Cartabia, e i vertici del Dap rinnovano la fiducia nel corpo della polizia penitenziaria, restando in attesa di un pronto accertamento dei gravi fatti contestati. Lo si legge in una nota del Ministero.










Argomenti

Carcere
SantaMariaCapuaVetere
Sappe

Gli ultimi articoli di Maria Paola Raiola

  • Artisti, icone di moda all'ultimo Festival di Sanremo: lo scrive il Financial Times che loda i  look maschili

    Artisti, icone di moda all'ultimo Festival di Sanremo: lo scrive il Financial Times che loda i look maschili

  • Scoppia la coppia d'oro del web: Fedez e Chiara Ferragni  sarebbero ormai separati

    Scoppia la coppia d'oro del web: Fedez e Chiara Ferragni sarebbero ormai separati

  • Stupri Caivano: rito immediato per i nove coinvolti negli abusi sulle due cuginette , lo ha deciso il gip

    Stupri Caivano: rito immediato per i nove coinvolti negli abusi sulle due cuginette , lo ha deciso il gip

  • Omicidio Regeni: domani al via il processo a Roma, nelle liste dei testi ci sono anche Al Sisi e Matteo Renzi

    Omicidio Regeni: domani al via il processo a Roma, nelle liste dei testi ci sono anche Al Sisi e Matteo Renzi

  • Suicidio Giovanna Pedretti: parla Lorenzo Biagiarelli, non chiedo scusa, non inseguo pietà e non torno in tv

    Suicidio Giovanna Pedretti: parla Lorenzo Biagiarelli, non chiedo scusa, non inseguo pietà e non torno in tv

  • Adolescenti e sentimenti: uno su due vive la violenza nella relazione, secondo un report di Save the Children

    Adolescenti e sentimenti: uno su due vive la violenza nella relazione, secondo un report di Save the Children

  • Delitto Matteuzzi: ergastolo per Giovanni Padovani, uccise l'ex colpendola anche con una panchina

    Delitto Matteuzzi: ergastolo per Giovanni Padovani, uccise l'ex colpendola anche con una panchina

  • Sanremo, buona la prima, ascolti record per la serata d'apertura: Amadeus, privilegio e responsabilità

    Sanremo, buona la prima, ascolti record per la serata d'apertura: Amadeus, privilegio e responsabilità

  • Morto, dopo nove giorni, il diciottenne che aveva fatto surf sul cofano di un auto nel trevigiano

    Morto, dopo nove giorni, il diciottenne che aveva fatto surf sul cofano di un auto nel trevigiano

  • Scuola: maturità 2024, ecco le materie della seconda prova scritta, scelte dal Ministero

    Scuola: maturità 2024, ecco le materie della seconda prova scritta, scelte dal Ministero