Zaky, si muove l’Europa, Il Cairo lo rilasci subito

13 febbraio 2020, ore 11:00

Il ragazzo è accusato di tentato rovesciamento del regime e rischia l’ergastolo

Si sta muovendo l'Europa per Patrick George Zaky, lo studente egiziano di 27 anni in carcere in Egitto, dove era tornato per una vacanza dal master che segue all'Università di Bologna. Il presidente del Parlamento Ue David Sassoli ha richiamato i colleghi sul caso, chiedendo l'immediato rilascio del ricercatore. Zaky rischia fino all'ergastolo, oltre ad aver già subito torture, spiega il suo legale. "Non è accusato di terrorismo, ma di tentato rovesciamento del regime al potere. Rischia il carcere a vita", ha dichiarato all'Ansa Wael Ghaly, uno dei suoi legali. La custodia cautelare "può durare fino a due anni, rinnovata ogni 15 giorni, e talvolta tale detenzione può protrarsi per più di due anni", ricorda il legale. Si moltiplicano, inoltre, le iniziative per non spegnere i riflettori su quello che si teme possa diventare un nuovo caso Regeni. Da Berlino, un amico egiziano racconta di essere stato anche lui, come Patrick, rapito dalle forze di sicurezza egiziane, nel 2015, e di essere stato interrogato per 35 ore.
Zaky, si muove l’Europa, Il Cairo lo rilasci subito
Tags: europa, il cairo, rilasci, zaky

Share this story: