A Rimini terza inchiesta sulla morte di Pantani, aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio

22 novembre 2021, ore 13:00 , agg. alle 13:25

Nuove indagini dopo la deposizione di Fabio Miradossa. E' stato ucciso, ha raccontato l'ex pusher

La verità sulla tragica fine di Marco Pantani è una lunga strada, tutta in salita. Notizia di oggi, è stata riaperta per la terza volta l'inchiesta sulla morte del grande campione di Cesenatico, trovato privo di vita il 14 febbraio del 2004, nel residence Le Rose di Rimini. Si tratta di un fascicolo per omicidio, aperto contro ignoti, dopo l'invio di una informativa della commissione parlamentare antimafia alla Procura riminese. Ricordiamo che nel 2016 l'inchiesta bis sulla morte di Pantani fu archiviata ed escluso l’omicidio.


Si riapre il caso Pantani, si segue la pista dell’ omicidio

Tra gli sputi per l’avvio delle nuove indagini, aperte dalla Procura di Rimini, figura anche un’audizione di Fabio Miradossa, l’uomo che nel 2005 patteggiò una pena per spaccio, in relazione alla tragica fine del Pirata. Miradossa è stato sentito dalla commissione parlamentare antimafia nel gennaio del 2020 e il contenuto di questa audizione è stato poi trasmesso ai pm riminesi.


Fabio Miradossa, Pantani è stato ucciso

"Marco è stato ammazzato, l'ho conosciuto 5-6 mesi prima che morisse e di certo non mi è sembrata una persona che si voleva uccidere. Era perennemente alla ricerca della verità sui fatti di Madonna di Campiglio, ha sempre detto che non si era dopato". Questo un breve passaggio dell’audizione resa da Miradossa, che in un secondo tempo è stata parzialmente secretata. L'ex pusher fa riferimento al 5 giugno del 1999, il giorno in cui Pantani fu escluso dal Giro d'Italia, perchè aveva gli esami del sangue non a norma, con l' ematocrito al 52%.


Tonina Pantani, voglio tutta la verità su mio figlio

La madre di Marco Pantani è stata sentita, recentemente, per oltre due ore dai magistrati della Procura di Rimini. Tonina Pantani, hanno riferito i legali della donna, chiede di capire, una volta per tutte a 17 ammi dalla scomparsa, se il figlio è morto per un mix di antidepressivi e cocaina oppure o se invece il decesso sia stato causato da altri motivi. Tonina Pantani ha dato mandato a due nuovi avvocati di seguire le vicende giudiziarie, legate alla scomparsa del figlio, Fiorenzo e Alberto Alessi.


A Rimini terza inchiesta sulla morte di Pantani, aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio
Tags: Marco Pantani, Terza inchiesta Rimini

Share this story: