Aeroporto di Kabul, nella calca morte 3 persone. In città i capi talebani. La prima Fatwa sull'Università, stop alle classi miste

21 agosto 2021, ore 19:00

L’ambasciata americana sconsiglia ai concittadini di recarsi nello scalo della capitale. Il Mullah Abdul Ghani Baradar, sta avviando colloqui per formare un nuovo governo. A Herat intanto i talebani vietano le lezioni miste all’università ed è fuga dei reporter da Kabul

Situazione sempre più drammatica all’aeroporto di Kabul, nella ressa sarebbero morte almeno tre persone. "Pandemonio assoluto" e "almeno tre" corpi senza vita: è la testimonianza sul terreno di Sky News. L'ambasciata statunitense in Afghanistan ha emesso un avviso di sicurezza consigliando ai cittadini americani di evitare di recarsi nello scalo della capitale e di fare molta attenzione in modo particolare quando si trovano in mezzo alla folla. Di situazione fluida che cambia di ora in ora" ha parlato il portavoce del Pentagono, John Kirby che poi ha ammesso "Ci sono stati "casi sporadici" di americani e afghani autorizzati a partire, osteggiati e anche aggrediti dai Talebani". Il Pentagono  teme siano caduti in mano ai talebani aerei e elicotteri, oltre alle armi, lasciati sul campo nella ritirata. Il Mullah Abdul Ghani Baradar, cofondatore e tra i leader dei Talebani, arrivato oggi a Kabul, sta avviando colloqui per formare un nuovo governo. A Herat intanto i talebani vietano le lezioni miste all’università ed è fuga dei reporter da Kabul, ha lasciato il campo anche l’inviata della Cnn Clarissa Ward mentre prosegue il ponte aereo con Roma, un pilota dell’aeronautica militare ha raccontato "Negli occhi di donne e bambini abbiamo visto la disperazione".

MIGLIAIA DI DISPERATI ASSEDIANO L'AEROPORTO, SPARI E VITTIME

Migliaia di afghani disperati “assediano” gli ingressi dell'aeroporto di Kabul, porta d'uscita dal Paese da sei giorni in mano ai talebani. L'inviato di Sky News ha parlato di almeno tre morti nella calca, testimoni raccontano alla Dpa di colpi d'arma da fuoco sparati quasi continuamente, probabilmente in un tentativo, di disperdere la folla, mentre l'ambasciata americana avverte i propri connazionali, a causa di "potenziali minacce alla sicurezza, di non recarsi all'aeroporto". Stesso avvertimento dall'Autorità dell'aviazione civile afghana, che in una nota pubblicata su Facebook ha chiarito: "Non ci sono voli civili e commerciali all'aeroporto internazionale Hamid Karzai International”.

MULLAH BARADAR, AL LAVORO SUL GOVERNO

il co-fondatore dei Talebani e capo negoziatore del gruppo, il mullah Abdul Ghani Baradar, è già a Kabul per discutere con i leader politici afghani la formazione di un nuovo governo. Baradar, che molti analisti internazionali indicano come futuro leader del Paese, probabilmente incontrerà l'ex presidente del Paese Hamid Karzai, l'ex chief executive Abdullah Abdullah e l'ex signore della guerra Gulbuddin Hekmatyar.

FATWA DEI TALEBANI, STOP CLASSI MISTE IN UNIVERSITA' HERAT

Nelle università pubbliche e private della provincia di Herat, nell'Afghanistan occidentale, non sarà più permesso alle ragazze frequentare classi miste. Lo hanno ordinato i Talebani nella loro "prima fatwa", come riporta l'agenzia di stampa 'Khaama'. I docenti della provincia hanno ribattuto che le università e gli istituti governativi sono in grado di gestire classi separate, mentre a causa del basso numero di studentesse gli istituti privati non possono permettersi di creare aule solo per ragazze, così migliaia di ragazze potrebbero essere private dell'istruzione superiore. Il mullah Farid, capo dell'istruzione superiore dell'Emirato islamico afghano, che rappresentava i Talebani, ha sostenuto che la co-educazione deve cessare subito perché questo sistema è "la radice di tutti i mali nella società". Farid, prosegue l'agenzia, in alternativa ha suggerito che docenti di sesso femminile e uomini anziani "virtuosi" possano insegnare alle studentesse.


Aeroporto di Kabul, nella calca morte 3 persone. In città i capi talebani. La prima Fatwa sull'Università, stop alle classi miste

VON DER LEYEN, PAESI AUMENTINO QUOTE ACCOGLIENZA AFGANI

E' tempo di mettere in pratica gli impegni del Forum sui reinsediamenti. "Chiedo a tutti i Paesi che hanno partecipato alla missione in Afghanistan, europei e non, di offrire abbastanza quote per i re insediamenti e percorsi sicuri, in modo che si possa garantire rifugio a quanti ne hanno bisogno. Siamo pronti ad aiutare gli Stati membri dell'Ue" che accoglieranno. Così la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, annunciando che porrà il tema dei "reinsediamenti al G7". Von der Leyen ha parlato di "brutto colpo per la comunità internazionale".








Tags: Afghanistan, Fatwa, Kabul, Talebani

Share this story: