Assicurazioni, Presidente dell’Ania Farina: negli ultimi dieci anni il prezzo rc-auto è sceso da 570 a 367 euro

15 luglio 2021, ore 18:40

All’Assemblea annuale dell’Ania, la presidente dell’Associazione degli assicuratori Maria Bianca Farina parla di forte discesa del prezzo dell’rc-auto e indica le priorità “Serve riforma del ramo e va rivisto il meccanismo Bonus Malus”. Il messaggio del premier Draghi e l’intervento del ministro Giorgetti

Negli ultimi dieci anni il prezzo medio rc auto è diminuito da quasi 570 euro nel 2012 a 367 nel marzo 2021. Nel 2020 la riduzione del costo complessivo dei sinistri è stata del 19,9%, a fronte di un decremento dei premi di circa il 6%, inquadrato in un contesto di diminuzione dei premi medi del 35% dal marzo 2012. Lo ha sottolineato la presidente dell'Ania Maria Bianca Farina all'assemblea annuale evidenziando la necessità ora di "una riforma del ramo" che punti alla revisione del bonus-malus, "che ha perso efficacia", e alla riduzione dei costi complessivi del sistema, annullando i divari ancora esistenti.

IL SETTORE ASSICURATIVO COLLABORA AL RILANCIO DEL PAESE

Maria Bianca Farina, presidente di Ania (Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici), annuncia la piena collaborazione del settore assicurativo per il rilancio del paese al quale sta lavorando il governo Draghi. E proprio dal premier arriva il riconoscimento dell’importanza di questa disponibilità. «Le compagnie di assicurazione italiane hanno un ruolo cruciale e il loro sostegno attraverso gli investimenti sarà essenziale per affiancare la ripartenza italiana» ha scritto Mario Draghi nella lettera inviata alla Farina. E nel suo intervento il ministro per lo Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti ha detto che è “Auspicabile un intervento di semplificazione delle regole e dei rapporti tra assicurazioni e impreseper rendere più fluido indirizzare il risparmio verso l’economia reale.


Assicurazioni, Presidente dell’Ania Farina: negli ultimi dieci anni il prezzo rc-auto è sceso da 570 a 367 euro

ANIA RISPONDE A IVASS, L’AUTORITA’ DI VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI

Nell'anno della pandemia le limitazioni agli spostamenti hanno per forza di cose ridotto fortemente gli incidenti stradali, con un evidente risparmio per le Compagnie. Il presidente dell'Ivass (autorità di vigilanza sulle assicurazioni), Luigi Federico Signorini aveva domandato alle compagnie di "restituire" ai clienti una porzione maggiore di quanto risparmiato durante la chiusura delle attività legata all'arrivo del virus, pari in totale a 2,3 miliardi (di cui solo 800 milioni sono tornati indietro ai consumatori in forma di ristori). Farina, indirettamente oggi, ha replicato che le compagnie di assicurazione stanno continuando a ridurre i prezzi della Rc Auto anche con interventi "sui contratti attraverso sconti, sospensioni (incrementate di oltre il 40%) e differimento dei termini; si tratta di interventi tuttora in corso". Inoltre ha evidenziato come la sinistrosità stia già sensibilmente aumentando nell'anno in corso, mentre la riduzione dei prezzi prosegue con la stessa intensità osservata lo scorso anno. Di conseguenza, “mentre nel 2020 il ramo auto ha evidenziato un saldo positivo, si può prevedere un netto peggioramento per il 2021” ha puntualizzato la presidente dell’Ania. Signorini, dal canto suo è intervenuto poco dopo allo stesso evento dell’Ania:Prendo atto delle iniziative, adottate o in corso, che le imprese e la stessa associazione, con gli apprezzabili interventi di cui ha appena riferito la presidente Farina, stanno assumendo in seguito agli andamenti eccezionali del 2020. Sulle politiche adottate in merito dalle singole compagnie, gli assicurati saranno i migliori giudici”.







Tags: Ania , Assicurazioni, Maria Bianca Farina, Rcauto

Share this story: