Attivista irrompe durante il tg della prima tv russa con un cartello contro la guerra in Ucraina, il video diventa subito virale

Attivista irrompe durante il tg della prima tv russa con un cartello contro la guerra in Ucraina, il video diventa subito virale

Attivista irrompe durante il tg della prima tv russa con un cartello contro la guerra in Ucraina, il video diventa subito virale


La donna, subito arrestata, è una giornalista dell'emittente televisiva. In un video registrato prima dell'irruzione in diretta, spiega le ragioni del suo gesto. Accusa i russi di essere "zombificati". "Mi vergogno di aver lavorato per il Canale 1 e di aver partecipato alla propaganda del Cremlino" aggiunge. Il presidente ucraino Zelensky l'ha ringraziata per il gesto di coraggio

Con il suo gesto ha fatto il giro del mondo Marina Ovsyanikova, l’attivista russa per la pace che ha interrotto ieri il telegiornale della sera del primo canale televisivo russo, imbracciando un cartello con la scritta "Fermate la guerra. Non credete alla propaganda. Vi stanno mentendo". Una protesta che è durata pochi secondi perché la donna è stata subito oscurata  e arrestata. Le sue immagini. però, sono immediatamente rimbalzate sui social e sono diventate virali. 


"I russi zombificati"

 Marina Ovsyanikova è una delle anchor woman russe più famose ed una dipendente dell’emittente televisiva. La giornalista, intervistatrice prediletta dello stesso presidente Vladimir Putin,  ha spiegato le ragioni del suo gesto in un successivo messaggio. Consapevole delle conseguenze a cui andava incontro, infatti, la giovane donna, prima di irrompere durante la diretta televisiva, aveva registrato un video poi pubblicato su Telegram. La donna  sostiene che tutti i russi siano stati “zombificati". "Purtroppo ho lavorato al Canale Uno negli ultimi anni e ho lavorato alla propaganda del Cremlino. E ora mi vergogno molto – dice - Scendete in strada, non abbiate paura. Non possono incarcerarci tutti. Mio padre e' ucraino e mia madre è russa e non sono mai stati nemici”. Dopo avere ricordato il silenzio del suo popolo nel 2014, in occasione dell'annessione forzata della Crimea, e davanti all'avvelenamento di Navalny, Ovsyanikova ha dichiarato che ormai il mondo ha voltato le spalle alla Russia e che non "basteranno dieci generazioni di nostri discendenti per lavare le nostre mani da questa guerra fratricida”.


Il commento di Zelensky

Il gesto di coraggio di Marina Ovsyanikova è stato anche richiamato dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky che in un video sui social si è ancora una volta scagliato contro la censura russa. “Sono grato a quei russi che non smettono di cercare di divulgare la verità , che stanno lottando contro la disinformazione e raccontano fatti reali ai loro amici e alle loro famiglie – dice Zelensky - Personalmente sono grato a quella donna che e' andata nello studio di Channel One con un cartello contro la guerra”. “Finche' il tuo paese non e' completamente chiuso dal resto del mondo trasformandosi in un'enorme Corea del Nord – prosegue - devi combattere, non devi perdere l'occasione".



Argomenti

Canale 1
cartello
Marina Ovsyanikova
Zelensky

Gli ultimi articoli di Giovanni Perria

  • Ragazzo di 14 anni ucciso a colpi di pistola  in un parcheggio alle porte di Roma

    Ragazzo di 14 anni ucciso a colpi di pistola in un parcheggio alle porte di Roma

  • Capodanno, pesante il bilancio delle vittime dei festeggiamenti, due donne ferite da proiettili vaganti a Napoli

    Capodanno, pesante il bilancio delle vittime dei festeggiamenti, due donne ferite da proiettili vaganti a Napoli

  • Molta politica ma soprattutto tanto sport e intrattenimento sui social per gli italiani

    Molta politica ma soprattutto tanto sport e intrattenimento sui social per gli italiani

  • Dal 14 dicembre al via la 13esima edizione di Masterchef

    Dal 14 dicembre al via la 13esima edizione di Masterchef

  • Cop28, la presidente del Consiglio Meloni, "serve una svolta ecologica non ideologica"

    Cop28, la presidente del Consiglio Meloni, "serve una svolta ecologica non ideologica"

  • Viterbo, esplosione in un centro di accoglienza per migranti, 30 persone sono rimaste ferite

    Viterbo, esplosione in un centro di accoglienza per migranti, 30 persone sono rimaste ferite

  • Papa Francesco a Marsiglia, "Non c'è invasione di migranti, la soluzione non è respingere"

    Papa Francesco a Marsiglia, "Non c'è invasione di migranti, la soluzione non è respingere"

  • Cuneo, caccia al ragazzo di 21 anni che ha ucciso il padre e un amico di famiglia

    Cuneo, caccia al ragazzo di 21 anni che ha ucciso il padre e un amico di famiglia

  • Maltempo, Nord Italia alle prese con forti temporali, morta una ragazzina in un campo scout nel bresciano, nubifragio su Milano

    Maltempo, Nord Italia alle prese con forti temporali, morta una ragazzina in un campo scout nel bresciano, nubifragio su Milano

  • Firenze, sgomberato l'ex Hotel Astor, dove viveva la famiglia di Kata, scomparsa sabato scorso

    Firenze, sgomberato l'ex Hotel Astor, dove viveva la famiglia di Kata, scomparsa sabato scorso