Boom di incidenti stradali, in Italia ventisette morti sulle strade nel week end

02 maggio 2022, ore 11:39 , agg. alle 17:45

In tre giorni ci sono stati ventisette morti, i dati sugli incidenti in Italia sono stati diffusi dall'ASAPS, che chiede investimenti sulla sicurezza stradale; spesso fatale la distrazione provocata dall'uso del cellulare quando si è alla guida

UN BOLLETTINO DI GUERRA

C’erano una volta le stragi del sabato sera. E ci sono ancora. La piaga degli incidenti stradali ha ripreso a mietere vittime, e non soltanto nelle ore notturne. Siamo di fronte a un bollettino di guerra. Cui è impossibile abituarsi. Nell’ultimo fine settimana sulle strade italiane ci sono stati ben ventisette morti. Ventidue uomini, tre donne, due ragazzini di undici e di quattordici anni. Il poco invidiabile record di decessi spetta all’Emilia Romagna, con sette morti in tre giorni. Sei vittime in Veneto, tre in Lombardia, Piemonte e Toscana; due in Puglia, una in Trentino Alto Adige, nel Lazio e in Sicilia. Delle ventisette vittime otto viaggiavano su una moto o uno scooter, una è stata travolta mentre era in bici, e tra i morti c’è anche un pedone investito. Non è certo l'unica causa, ma spesso risulta fatale la distrazione provocata dall'uso del telefono cellulare mentre si è alla guida. Almeno una volta lo abbiano fatto tutti; dobbiamo metterci in testa che è estremamente pericoloso. Per noi e per gli altri.


ADDIO ALL'EX CAMPIONE

Nell’elenco delle persone che nel week end hanno perso la vita sulla strada c’è anche Dario Sonda, ex ciclista che era stato campione del mondo dello “scratch” tra gli juniores. Aveva 31 anni. Venerdì scorso era rimasto coinvolto in un incidente stradale a Romano d’Ezzelino, in provincia di Vicenza. Ricoverato in condizioni gravissime, è deceduto in ospedale. Il trentunenne, di Bassano del Grappa (Vicenza), in sella al suo scooter si stava recando al lavoro alla Special Springs srl di Romano, quando si è scontrato con una Bmw, che veniva in direzione opposta. Immediatamente soccorso, Sonda era stato portato in ospedale a Vicenza dove le sue condizioni sono apparse subito gravissime.


Boom di incidenti stradali, in Italia ventisette morti sulle strade nel week end

L'APPELLO DELL'ASAPS

I dati sugli incidenti del fine settimana appena trascorso sono stati raccolti e comunicati dall’ASAPS, Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale. Il presidente Giordano Biserni ha commentato così: “Si tratta di un bilancio tragico, siamo di fronte al ritorno dello stragismo stradale. La sicurezza stradale è sparita dai radar della politica, è una assuefazione collettiva che invece deve far riflettere anche per i costi sociali delle persone decedute ma anche delle centinaia di feriti, alcuni dei quali stanno lottando tra la vite e la morte. Qui non esistono diplomazie, ma occorre prendere atto di come si stia tornando a fenomeni di imprudenza sulle strade che necessitano di più divise ma anche di nuovi strumenti legislativi come la sospensione della patente alla prima violazione per chi fa uso del cellulare alla guida soprattutto a causa della messaggistica istantanea e una revisione del sistema della patente a punti. Va poi ancora incrementato il filtro del contrasto all'alcol alla guida e vanno strette le maglie dei controlli al parco dei veicoli pesanti per contrastare le sistematiche violazioni dei tempi di guida e le altre irregolarità determinanti a garanzia della sicurezza sulle strade”.


Tags: ASAPS, INCIDENTI, SICUREZZA STRADALE

Share this story: