Da lunedì tre regioni in fascia bianca, entro il 14 giugno altre dieci verso la zona di minor rischio contagio

28 maggio 2021, ore 08:40 , agg. alle 09:58

In attesa dei dati sul monitoraggio dell'epidemia, si preparano a entrare in fascia bianca Molise, Sardegna e Friuli Venezia Giulia. per queste regioni via le restrizioni, compreso il coprifuoco, ma resteranno gli obblighi legati all'uso delle mascherine e al distanziamento sociale

Tutto dovrà esser confermato oggi dai dati sul monitoraggio dell’andamento dell’epidemia di coronavirus, ma non ci dovrebbero essere sorprese. La campagna di vaccinazione contro il covid-19 prosegue bene, calano i contagi e ormai si guarda alle prime regioni che già da lunedì dovrebbero entrare in zona bianca, quella con meno restrizioni. Si tratta di Sardegna, Molise e Friuli Venezia Giulia per un totale di circa 3 milioni di persone. Non sarà un liberi tutti perché resteranno gli obblighi legati all’uso delle mascherine e al distanziamento sociale e, in ogni caso, si dovranno rispettare le regole di sicurezza per i singoli settori. Il passaggio alla fascia di minor rischio, però, significa che cadranno tutte le restrizioni, coprifuoco compreso. Dunque, non bisognerà aspettare le scadenze previste tra il 15 giugno e il primo luglio, dalla prossima settimana ripartiranno tutte le attività: matrimoni, fiere, parchi tematici, convegni e congressi, piscine al chiuso, centri termali, sale giochi, bingo e casino, centri ricreativi e sociali, corsi di formazione pubblici e privati, competizioni sportive al chiuso.


Dieci regioni verso il bianco

Le buone notizie però riguardano almeno altre 10 regioni che, stando alle previsioni, hanno numeri da zona bianca. Sicuramente li hanno Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto e per loro il passaggio in bianco dovrebbe avvenire il prossimo 7 giugno. Dovranno aspettare una settimana in più Lombardia, Emilia Romagna, Lazio, Piemonte, Puglia e la provincia di Trento. La Sicilia ha un’incidenza di contagi bassa ma ha 4 comuni della provincia di Palermo in zona rossa: si tratta di Geraci Siculo, Lercara Friddi, San Cipirello e Vicari, dove il lockdown resterà in vigore fino al prossimo 3 giugno.

Vaccini in discoteca

I buoni dati relativi all’epidemia fanno ben sperare i gestori delle discoteche che ancora non hanno una data per la ripartenza. Si è parlato tanto di un possibile ritorno in attività anche grazie al Green pass per dipendenti e clienti ma fino a questo momento non ci sono novità. Il commissario straordinario all’emergenza, Francesco Figliuolo, però, ha inviato al Comitato tecnico scientifico e alla Conferenza delle regioni il protocollo messo a punto dal Silb, Sindacato dei gestori dei locali, chiedendo di valutare l’ipotesi di una riapertura. Nel documento si propone anche di organizzare degli open day per la vaccinazione dei giovani all’interno dei locali. La decisione potrebbe essere assunta tra qualche giorno, anche sulla base dei due test in programma per i prossimi giorni. Al Fabrique di Milano e al Praja di Gallipoli i clienti saranno sottoposti a tampone nelle 36 ore precedenti all’ingresso nella discoteca e a un altro 6 giorni dopo l’evento e saranno disponibili biglietti limitati, vendibili solo online.


Da lunedì 3 regioni in fascia bianca, altre 10 verso la zona di minor rischio contagio entro il 14 giugno
Tags: discoteche, Fascia Bianca, Figliuolo, regioni

Share this story: