Domani Green pass “rafforzato” e “base”, dove è obbligatorio. Il governo pubblica Faq e aggiorna l’App

05 dicembre 2021, ore 19:02

Mancano poche ore all’entrata in vigore del super Green pass, le Faq del governo. Parla il consulente del commissario Figliuolo, Rasi, di vaccinazione per i bambini e dei casi severi che si osservano tra i più piccoli. Il bollettino quotidiano

Negli store è stata rilasciata la versione aggiornata dell’app VerificaC19 che consente anche il controllo della certificazione verde ''rafforzata'' in vigore da domani. E il governo pubblica alcune faq sulle regole in zona arancione: senza il super green pass non sarà possibile neanche prendere il caffè al bancone, ne entrare nei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi. Per chi non è ne vaccinato ne guarito dal Covid, inoltre non sarà possibile mangiare ai tavoli di bar e ristoranti non solo al chiuso ma neanche all'aperto. Prosegue intanto la campagna di vaccinazione. Campagna che partirà a breve anche per la fascia 5-11 anni ''Ci aspettiamo un avvio cauto, perché anche qui chi poteva stare zitto non l'ha fatto” ha detto Guido Rasi, consulente del commissario Figliuolo, sottolineando l’allarme dei pediatri sull’aumento dei casi severi tra i più piccoli. Dall’estero Londra imporrà da martedì prossimo a tutti i viaggiatori diretti nel Regno Unito un test anti Covid negativo, Israele valuta la quarta dose del vaccino alle persone immunodepresse. Intanto sono 15.021 i nuovi casi, 43 le vittime e il tasso di positività è al 2,9%.

SUPER GREEN PASS, PUBBLICATE LE FAQ DEL GOVERNO

Senza il green pass rafforzato, in zona arancione, non sarà possibile neanche prendere il caffè al bancone. E' quanto precisano le Faq del governo nel capitolo dedicato a bar e ristoranti sottolineando che la consumazione è invece consentita sia in zona bianca che gialla, anche senza green pass. Per chi non è ne vaccinato ne guarito dal Covid e dunque non ha il super pass, inoltre, in zona arancione non sarà possibile mangiare ai tavoli di bar e ristoranti non solo al chiuso ma neanche all'aperto. Off limits, sempre in zona arancione, nei giorni festivi e prefestivi i centri commerciali.

PER SCUOLABUS UNDER 12 NON SERVE GREEN PASS

Vale per le zone bianca, gialla e arancione: Sugli scuolabus dedicati al trasporto scolastico dei minori di 12 non servirà il green pass. il pass non è necessario neanche per i taxi, per i minivan fino a nove posti con conducente e per tutti gli spostamenti con mezzo proprio. In caso di passaggio in arancione, però, chi non ha il pass - base o rafforzato – potrà spostarsi in un altro comune o in un'altra regione, solo per motivi di lavoro, necessità, salute o per accedere a servizi non disponibili nel proprio comune. Per utilizzare invece i trasporti pubblici e di linea, compresi quelli del trasporto pubblico locale, a partire da domani sarà necessario avere almeno il green pass base.

MINISTERO SALUTE, RILASCIATA NUOVA VERSIONE APP

Rilasciata la nuova versione dell'App VerificaC19 per la verifica della certificazione verde 'rafforzata' su App Store, Play Store e App Gallery la versione 1.1.8 di VerificaC19. Lo rendo noto il ministero della Salute in un comunicato ricordando che, come previsto dalle nuove norme, da domani 6 dicembre, per accedere a spettacoli, eventi sportivi, ristorazione al chiuso, discoteche, feste e cerimonie pubbliche si dovrà avere il green pass per vaccinazione o guarigione.

RASI, VACCINI AI BIMBI? AVVIO SARA' CAUTO, NEI REPARTI CRESCONO CASI BAMBINI

Il consigliere del commissario straordinario Figliuolo, Guido Rasi, a Mezz'ora in più sui Rai3, parla della campagna vaccinale anti-covid che partirà a breve in Italia per la fascia 5-11 anni ''Ci aspettiamo un avvio cauto, perché anche qui chi poteva stare zitto non l'ha fatto, chi ha parlato senza avere ancora i dati non l'ha fatto''. Rasi però sottolinea anche ''Sui vaccini ai bambini la società italiana di pediatria si è espressa in maniera inequivocabile, stanno vedendo crescere nei reparti forme di covid severo nei bambini, il covid nei bambini può durare a lungo come il long covid negli adulti e quello è il pericolo più grosso perché il virus è sperimentale non il vaccino''.

LONDRA, TEST PRIMA DI PARTIRE PER GB, PROTESTE SETTORE AEREO

Da martedì prossimo tutti i viaggiatori diretti nel Regno Unito dovranno mostrare alla partenza un test anti Covid negativo: la decisione del governo di Londra, annunciata ieri, ha subito scatenato le ire delle compagnie aeree, che l'hanno definita un "duro colpo" per il settore. Il tampone dovrà essere effettuato fino a un massimo di 48 ore prima di partire. La nuova misura, introdotta alla luce della diffusione della variante Omicron del coronavirus, vale per tutte le persone con più di 12 anni.

ISRAELE IPOTIZZA LA 4/A DOSE A IMMUNODEPRESSI

Israele considererà la somministrazione di una quarta dose del vaccino anti-Covid alle persone immunodepresse. Lo riferisce Canale 12 secondo cui autorità sanitarie discuteranno l'eventualità di un'ulteriore dose alle fasce di popolazione a rischio maggiore, per fornire un protezione più alta dalla variante Omicron. La terza dose in Israele, il booster, è stata somministrata a luglio scorso subito ai pazienti con sistema immunitario compromesso, inclusi quelli sotto trattamento anti tumore.

Domani Green pass “rafforzato” e “base”, dove è obbligatorio. Il governo pubblica Faq e aggiorna l’App

BOLLETTINO QUOTIDIANO

Sono 15.021 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. In un giorno sono state registrate 43 vittime ed è al 2,9% il tasso di positività.










Tags: Faq, Gran Bretagna, Green pass base, Guido Rasi, Israele, Ministero della Salute, Super Green pass, Vaccini

Share this story: