E' morto Archie Battersbee, spenti i macchinari che lo tenevano in vita, era in coma irreversibile da aprile

06 agosto 2022, ore 20:00

Il 12enne è deceduto due ore dopo l'interruzione del supporto vitale, i genitori erano contrari, ma la Giustizia inglese ha deciso così viste le condizioni del ragazzino

La sua agonia è finita, Archie è morto. Dopo settimane di battaglie legali tra i genitori e i medici, sono state staccate le macchine che tenevano in vita il 12enne britannico, in coma irreversibile da quando, nell'aprile scorso, era stato trovato privo di sensi dalla madre, Hollie Dance, in casa, ed era stato tenuto in vita da una combinazione di interventi medici, tra cui ventilazione e trattamenti farmacologici, come ha ricordato l'Adnkronos. Parlando davanti al Royal London Hospital di Whitechapel, la signora Dance ha detto che il suo "bellissimo bambino" è morto alle 12.15 di oggi.


La fine dopo una lunga battaglia legale

I genitori di Archie hanno combattuto una lunga battaglia legale perché venisse mantenuto in vita il loro ragazzino e poi, nei giorni scorsi, avevano presentato richieste all'Alta Corte, alla Corte d'Appello e alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo per ottenere il trasferimento del bambino in un hospice. Annunciando la morte del figlio ai giornalisti, davanti all'ospedale in cui era ricoverato, la signora Dance, ha detto che Archie "ha lottato fino alla fine". "Posso solo dire che sono la mamma più orgogliosa del mondo. Era un bambino così bello e ha combattuto fino alla fine e sono così orgogliosa di essere sua madre". Alla domanda se potesse fare qualcosa di più, la mamma del ragazzino ha risposto: "No. Ho fatto tutto quello che potevo fare. Ho fatto tutto quello che avevo promesso al mio bambino. E l'ho fatto".


E' morto Archie Battersbee,  spenti i macchinari che lo tenevano in vita, era in coma irreversibile da aprile
Tags: Archie Battersbee, coma, Foto:agenziafotogramma.it

Share this story: