Gigi, quanto ci manchi. A un anno dalla scomparsa, esce al cinema l'ultimo film di Proietti

02 novembre 2021, ore 18:00

La pellicola si intitola "Io sono Babbo Natale". Commozione per il mattatore romano, morto nel 2020 nel giorno del suo 80esimo compleanno

È già passato un anno. Era il 2 novembre del 2020 quando a Roma, all'età di ottant'anni nel giorno del suo compleanno, se ne andava uno degli artisti più amati della storia del nostro Paese: Gigi Proietti, “l'ultimo grande Re di Roma, attore geniale, istrionico, poliedrico, indimenticabile. In concomitanza con la sua definitiva uscita di scena, arriva domani nelle sale il suo ultimo film “Io sono Babbo Natale”. Nella pellicola Proietti, affiancato da Marco Giallini, interpreta un anziano signore che si crede, appunto, Babbo Natale. Tanti i duetti tra i due all’insegna della romanità. Anche se non stava bene non lo dava a vedere e quando era il momento del ciak si alzava di botto e sembrava che avesse vent'anni, ha raccontato Giallini. E' stato un privilegio passare tanto tempo con lui, per me era diventato come un padre, ha aggiunto.


Al cinema l’ultimo film di Gigi Proietti

Da domani sul grande schermo “Io sono Babbo Natale” di Edoardo Falcone, film evento della pre apertura alla Festa del cinema di Roma, con Gigi Proietti e Marco Giallini. E’ la storia di Ettore, un ex detenuto (interpretato da Giallini) che cerca di rifarsi una vita ma che in realtà continua a rubare. A un certo punto, in uno dei suoi furti, entra nella casa di Nicola, (interpretato da Gigi Proietti), un signore anziano molto gentile che crede di essere Babbo Natale. E senza svelare troppo, tra i due nasce un’amicizia. Risultato, un finale molto natalizio.


Nelle sale presto anche un documentario

Per ricordare Gigi Proietti, al quale oggi è stata intitolata una fondazione, vi è anche un documentario di Edoardo Leo, intitolato "Luigi Proietti detto Gigi", Nel documentario si ritrovano tutti i componenti della famiglia del mattatore romano, la moglie Sagitta Alter e le figlie Susanna e Carlotta. Tutte si sono dette felici del modo in cui è stato raccontato l’artista. Edoardo Leo ha raccontato che il suo è stato un tentativo di scoprire il mistero di un artista capace di unire alto e basso, di stravolgere, di mettere in berlina i classici conoscendoli profondamente e di unire le generazioni. “E' stata un'impresa perché Proietti ha fatto tantissimo e alla fine è stato un atto d'amore dovuto", ha spiegato.


Gigi, quanto ci manchi. A un anno dalla scomparsa, esce al cinema l'ultimo film di Proietti
Tags: Io sono Babbo Natale, Gigi Proietti

Share this story: