Il Natale è ormai alle porte e la corsa ad accaparrarsi la top ten delle classifiche musicali è già iniziata

14 dicembre 2020, ore 21:00 , agg. alle 11:16
di La Zac

Quali sono i titoli a tema natalizio che resistono al test del tempo? Dopo 26 anni dalla sua pubblicazione originale, All I want for Christmas is you di Mariah Carey si conferma hit indiscussa

Era il 28 ottobre 1994 quando Mariah Carey pubblicava il suo primo singolo natalizio, inserito nell’album “Merry Christmas”. Un successo immediato e, negli anni, un continuo riproporsi nelle classifiche di vendita, surclassando anche gli standard e i titoli ritenuti inossidabili. Anche in questo 2020 da dimenticare, Mariah si è imposta come leader incontrastata delle classifiche di vendita dei singoli nel Regno Unito, negli Stati Uniti e nel nostro paese con la sua “All I Want For Christmas Is You”; un “new classic” al quale non si può rinunciare per quel suo mood euforico che deve mancare nella colonna sonora dei giorni delle feste.


I SUPERCLASSICI

Nella miriade di pubblicazioni natalizie uscite negli ultimi 70 anni, in verità sono solo una manciata le canzoni che mantengono un posto di rilievo anche nell’epoca dello streaming. Immancabile l’effervescente esuberanza adolescenziale di Brenda Lee con la sua “Rockin’ Around The Christmas Tree” che dal lontano 1958 ad oggi è stata utilizzata in molti film di Natale e ha raggiunto quasi 30 milioni di copie vendute ponendo l’allora 14enne allo stesso livello di Elvis Presley e dei Beatles. Per gli amanti delle voci calde e vellutate, con Frank Sinatra, Dean Martin e Bing Crosby si vince facile! Crosby in particolare con la sua versione di “White Christmas” degli anni ’40 è entrata di diritto nel Guinness World Record come il singolo più venduto di tutti i tempi. Lo spirito goliardico e l’automatico richiamo a tanti classici film di Natale, pone “Jingle Bell Rock” di Bobby Helms nella ristretta cerchia dei superclassici. Pubblicata originariamente nel 1957, la canzone, come le due precedentemente citate, continua a fare capolino nelle classifiche ogni Santo Natale.


NUOVI CLASSICI

Mariah certo, ma un posto d’onore è riservato a Michael Bublè, un autentico dominatore delle feste natalizie con il suo repertorio di reinterpretazioni e nuovi brani che, rifacendosi agli insegnamenti dei grandi dello swing del passato, è riuscito a riportare il genere alle nuove generazioni. Uno spirito solo velatamente festoso quello degli Wham! (George Michael ed Andrew Ridgeley) che nel 1984 pubblicavano l’ormai classico “Last Christmas” (diventato anche un film nel 2019), una canzone che prende il Natale come scenario per una storia d’amore fatta di tradimento e rivalsa. Continua a dominare il periodo delle festività natalizie nel segno del più autentico spirito natalizio, l’inno alla generosità voluto da Bob Geldof e Midge Ure quando nel dicembre 1984 misero insieme il supergruppo Band Aid per la splendida “Do They Know It’s Christmas Time” cui aderirono U2, Culture Club, Duran Duran, Spandau Ballett, Wham! e molti altri. C’è poi la canzone di protesta per eccellenza, quella “HappyXmas (War Is Over)” del 1971 ad opera di John Lennon e sua moglie Yoko con il coro Harlem Community e pubblicato come John & Yoko/Plastic Ono Band, che partendo dalla guerra in Vietnam lanciava un appello (ancora oggi supervalido) all’amore e alla pace.


LE PROPOSTE PER IL 2020

Robbie Williams: “Can’t Stop Christmas” fotografa con ironia l’anno del COVID-19, del distanziamento sociale, delle mascherine e dei gel igienizzanti e si inserisce come bonus nell’edizione 2020 del suo album “The Christmas Present”, originariamente pubblicato nel 2019. Opta invece per esplorare la lista dei cattivi di Babbo Natale e per le atmosfere vagamente caraibiche la nuova uscita di Liam Payne e Dixie D’Amelio con “Naughty List”, mentre è autenticamente giamaicano il sound del l’album di Shaggy “Christmas In The Islands”, anticipato dalla festosa “Holiday In Jamaica” featuring Ne-Yo & Ding Dong e la versione di “Last Christmas” proposta da Mr. Vegas. Atmosfere 60’s invece nel neonato trio formato da Mariah Carey, Adriana Grande e Jennifer Hudson con “Oh Santa”, dove i loro sublimi vocalizzi si intrecciano. Irraggiungibili da noi comuni mortali anche le note della nostra Annalisa che impreziosisce una versione tutta nuova del classico “Jungle Bells Rock” di Achille Lauro & The Untouchable Band e sempre dall’Italia, si misura con i classici del Natale anche la voce soul di Antonino con l’EP “Christmas”. C’è poi la cover di "This Christmas” di Donny Hathaway ad opera di Jess Glynne e l’immancabile Dolly Parton con l’album ricco di collaborazioni “Christmas On The Square”. L’apice del romanticismo però lo raggiungono Shawn Mendes & Camilla Cabello che sprizzano amore puro nella vita e nella loro “Christmas Song”, ma c’è spazio anche per un tocco di country soul grazie a Keith Urban che propone “I’ll Be Your Santa Tonight”. Due le future mamme che non hanno potuto fare a meno di garantire la loro presenza per il Natale 2020: Mandy Moore con “How Could This Be Christmas” e Meghan Trainor con l’album “A Very Trainor Christmas”. La classica eleganza di Annie Lennox che celebra il 10° anniversario dell’album “A Christmas Cornucopia” con la riedizione di questa sua raccolta di interpretazioni ispirate a canti tradizionali natalizi, rende tutti più buoni, ma c’è un grinch in agguato: Lil Nas X con “Holiday”, spassosa e irriverente! E buone feste e a tutti! 
Il Natale è ormai alle porte e la corsa ad accaparrarsi la top ten delle classifiche musicali è già iniziata
Era il 28 ottobre 1994 quando Mariah Carey pubblicava il suo primo singolo natalizio, inserito nell’album “Merry Christmas”. Un successo immediato e, negli anni, un continuo riproporsi nelle classifiche di vendita, surclassando anche gli standard e i titoli ritenuti inossidabili. Anche in questo 2020 da dimenticare, 
Tags: Achille Lauro, Annalisa, Ariana Grande, Band aid, chart, Christmas, classifiche, Duran Duran, John Lennon, Keith Urban, Mariah Carey, Michael Bublè, Natale, Robbie Williams, U2

Share this story: