In Italia aumentano i reati. Allarme femminicidi, boom di attacchi hacker, ma crescono anche le richieste di asilo

15 agosto 2022, ore 18:00

Sono i dati che emergono dal "Dossier Viminale" sui reati in Italia, pubblicato in occasione della tradizionale riunione del 15 agosto del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica

Finito l'effetto del lockdown, nell’ultimo anno i reati sono tornati ad aumentare, anche se restano sotto il livello pre-pandemia. È quanto emerge dal Dossier sui reati in Italia, diffuso dal Viminale in occasione della tradizionale riunione del 15 agosto del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Secondo l’indagine, omicidi, furti e rapine aumentano del 12,8%. Si segnala in particolare un aumento di femminicidi, attacchi informatici e immigrazione, ma crescono anche le richieste di asilo, soprattutto da Afghanistan e Ucraina.


IN COSTANTE AUMENTO I FEMMINICIDI

Sul totale degli omicidi commessi tra il primo agosto 2021 e il 31 luglio 2022, il 39,2% sono femminicidi, che crescono del 15,7%. Le donne uccise sono state 125, in media più di una ogni 3 giorni. Tragedie che avvengono in ambito familiare e affettivo e in particolare per mano del partner o dell’ex. E che vedono un aumento costante. Intanto sono diminuite le denunce per stalking, 15.817, a fronte delle 18.653 nel periodo precedente. Allo stesso tempo però aumentano gli ammonimenti del questore, 3.100 contro 2.565, di cui oltre la metà per violenza domestica.


BOOM DI ATTACCHI HACKER

Tra il 1 agosto 2021 e il 31 luglio 2022 in Italia sono stati rilevati 8.814 cyber attacchi, il 78,5% in più rispetto ai dodici mesi precedenti. L’attività svolta dalla Polizia postale è stata intensa, in particolare nella prevenzione dell'antiterrorismo internazionale. Sono stati monitorati 67.167 siti web, mentre sul fronte della pedopornografia online sono stati individuati 2.595 siti, con 1.386 perquisizioni, 150 arresti e 1.212 denunce.


LA LOTTA ALLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA

Continua anche il lavoro di contrasto alle mafie. Quest’anno sono stati sequestrati quasi 2 miliardi e mezzo di euro, con l’arresto di 48 latitanti e con 82 operazioni di polizia giudiziaria nei confronti delle mafie. Al primo agosto, invece, risultano 59 le gestioni commissariali di enti locali per infiltrazioni della criminalità organizzata, 15 gli scioglimenti e 10 le proroghe.


IMMIGRAZIONE CRESCENTE

Quanto all’immigrazione, da gennaio ad oggi sono arrivate 45.664 persone, di cui 6.070 sono minori non accompagnati. Gli arrivi aumentano così del 40%: di questi, oltre la metà con sbarchi autonomi. Dal primo gennaio all'11 agosto sono state arrestate 137 persone individuate come scafisti, in aumento del 41,24% rispetto alle 97 dello stesso periodo dello scorso anno.


In Italia aumentano i reati. Allarme femminicidi, boom di attacchi hacker, ma crescono anche le richieste di asilo

RICHIESTE DI ASILO, TRA AFGHANISTAN E UCRAINA

Infine, si segnala anche l'aumento di richieste di asilo. Nell’ultimo anno sono state 72.423, il 76,4% in più rispetto all'anno precedente. In particolare arrivano da due Paesi: dall'Afghanistan, per cui proprio oggi ricorre l'anniversario del ritorno dei talebani a Kabul, e dall'Ucraina in guerra. Le richieste aumentano rispettivamente del 600% e del 400%. Numeri impressionanti. In particolare, per l'Ucraina il Viminale informa di aver rilasciato, al 31 luglio, quasi 150mila permessi di protezione temporanea.


Tags: Afghanistan, Dossier, Femminicidi, Hacker, Ucraina, Viminale

Share this story: