L’ombra della variante Delta sulla fase finale degli europei di calcio. il governo agli inglesi, non andate a Roma

01 luglio 2021, ore 11:25 , agg. alle 16:33

In Italia via ai controlli per Inghilterra – Ucraina a Roma, 2000 sostenitori della Scozia contagiati nelle ultime due settimane, dopo i focolai in Finlandia e Danimarca


 Il Viminale ha già rinforzato i controlli alle frontiere, sulle arterie autostradali, nelle stazioni dei treni e negli scali aeroportuali in preparazione del quarto di finale degli Europei di calcio tra Inghilterra e Ucraina, in programma sabato alle 21 all'Olimpico di Roma. Accanto alle forze dell'ordine, che monitoreranno attentamente la situazione per evitare problemi di ordine pubblico, per le verifiche sono in campo le autorità sanitarie. L'ordinanza del ministero della Salute prevede infatti l'obbligo di quarantena (5 giorni per chi arriva dalla Gran Bretagna e 10 per chi arriva dall'Ucraina) e due tamponi negativi (uno all'arrivo e uno al termine della quarantena) per i tifosi dei due paesi extra Ue.

I DUBBI SUI TIFOSI INGLESI E SU WEMBLEY

Il governo britannico ha intanto invitato i i tifosi inglesi ad evitare la trasferta di Roma: «La nostra richiesta è di tifare la nazionale da casa, ed esultare davanti alla tv più forte che si può», ha dichiarato Anne Marie Trevelyan, Sottosegretaria al Commercio. All’Olimpico sabato saranno ammessi 16 mila spettatori. Il 68% dei biglietti è stato già venduto, mentre il restante 32% viene messo a disposizione dei Paesi le cui Nazionali disputano l’incontro:. Ma quanti li acquisteranno, sapendo che è di fatto impossibile venire in Italia per assistere alla partita? Dall’Inghilterra, come dall’Ucraina. Intanto nel Regno Unito c’è un entusiasmo contagioso, irrefrenabile, tracimante già a Wembley, che per l'occasione della vittoria contro la Germania, ha accolto 40mila spettatori, e si prepara ad accoglierne 60 mila, per semifinali e finali, nonostante le richieste europee di contenere gli ingressi. E non si spengono le voci che chiedono di spostare quelle partite in altra sede.


I PAZIENTI SCOZZESI

I numeri dimostrano che le partite dell’Europeo hanno favorito il diffondersi del virus, variante delta, tra i tifosi. Sono infatti 1.991 i tifosi scozzesi risultati positivi al Covid nelle ultime due settimane dopo aver assistito alle partite della Scozia agli Europei di calcio, allo stadio oppure in eventi collettivi. Lo indicano le stime delle autorità sanitarie locali di Public Health Scotland (PHS). Due terzi dei contagiati (1.294) erano a Londra durante la partita Inghilterra-Scozia: 397 erano allo stadio Wembley, il resto ha partecipato a visioni e festeggiamenti collettivi in strada o locali. Ed un centinaio era all’Hampden Park di Glasgow alle partite della nazionale scozzese con la Croazia e la Repubblica Ceca.


GLI ITALIANI IN GERMANIA

C’è “Casa azzurri On Tour”. A Monaco di Baviera, venerdì 2, una fitta serie di eventi. Che fanno seguito al grande successo di 'Casa Azzurri' a Roma, che ha accompagnato l'avventura dell'Italia nella prima fase degli Europei disputata all'Olimpico. In occasione della sfida dei Quarti di finale Italia-Belgio, la formula vincente di ''Casa Azzurri'' viene riproposta dalla Figc per creare, anche in trasferta, un punto di ritrovo per i partner della Federazione, ma anche per alcuni dei tifosi italiani in Germania. A Casa Azzurri (Hansastraße 44, 80686 München) i tifosi e i partner della Federazione potranno vivere l'attesa della sfida tra Italia e Belgio, che mette in palio l'accesso alle semifinali del torneo, in programma a Wembley. L'accesso sarà modulato rispettando le disposizioni vigenti in Germania, ad un numero limitato di persone: oltre agli ospiti Figc, è prevista anche una quota di posti riservata ai tifosi italiani, che dovranno esibire il green pass dei vaccinati con doppia dose.

L’ombra della variante Delta sulla fase finale degli europei di calcio. il governo agli inglesi, non andate a Roma
Tags: Azzurri, Delta, Euro 2020, Inglesi, Italia, Wembley

Share this story: