La principessa del Galles, Kate Middleton, ha lasciato la clinica. Trascorrerà la lunga convalescenza nella residenza reale di Windsor

La principessa del Galles, Kate Middleton, ha lasciato la clinica. Trascorrerà la lunga convalescenza nella residenza reale di Windsor

La principessa del Galles, Kate Middleton, ha lasciato la clinica. Trascorrerà la lunga convalescenza nella residenza reale di Windsor Photo Credit: Fotogramma.it


La consorte dell'erede al trono britannico William, è stata dimessa oggi dalla London Clinic dopo un delicato intervento chirurgico all'addome. Ora dovrà trascorrere circa tre mesi di convalescenza a riposo. Ha lasciato la clinica anche re Carlo III

Il giornale britannico The Sun, solo poche ore fa definiva la principessa del Galles ansiosa di tornare a casa. Il momento è giunto proprio oggi dopo quasi due settimane di ricovero, Kate Middleton ha lasciato la London Clinic dove è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico all'addome di natura imprecisata. Ora, la futura Regina, dovrà trascorrere circa tre mesi di convalescenza a riposo. "Sta facendo progressi", si legge in una nota di Kensington Palace. Secondo fonti vicine al Palazzo potrebbe essere la stessa Kate a rivelare presto perché è stata operata all’addome, fin qui sulla stampa sono circolate varie ipotesi - dall'ernia all'isterectomia. William e Kate hanno voluto inviare un "enorme ringraziamento" al team medico dell'ospedale e per gli "auguri che hanno ricevuto da tutto il mondo". Kate si trovava nello stesso ospedale del re Carlo, che venerdì le ha fatto visita prima di sottoporsi a un intervento per un ingrossamento della prostata. Infine è stato dimesso dalla medesima clinica poche ore dopo anche Re Carlo III.

CONVALESCENZA LUNGA

Kate ha lasciato l'ospedale in tutta discrezione, senza mostrarsi in pubblico né far trapelare alcuna immagine. In una scarna nota diffusa da Kensington Palace, residenza ufficiale dei principi di Galles, si afferma che la principessa sta migliorando, ma si conferma l'indicazione di una convalescenza lunga, a tempo per ora indeterminato, durante il quale è prevista la sua assenza da ogni impegno dinastico: convalescenza che, almeno inizialmente, la moglie di William trascorrerà in una residenza reale a Windsor, fuori città, più appartata rispetto a quella che occupa di solito con il marito e i tre figli (i principinI George, Charlotte e Louis, di 10, 8 e 5 anni) a Kensington Palace, nel cuore di Londra. Secondo quanto dichiarato dalla corte all'inizio del ricovero, la principessa di Galles resterà a risposo, lontana da ogni attività pubblica, almeno fino a "dopo Pasqua", che quest'anno cade il 31 marzo. Ma la Bbc oggi è ancora più prudente e fa riferimento genericamente ad "alcuni mesi" di convalescenza. 

LE DIMISSIONI DI RE CARLO III

Anche Re Carlo III, 75 anni, è stato dimesso oggi dalla London Clinic dopo l'intervento subito venerdì scorso per una condizione "benigna" alla prostata e dopo tre notti trascorse in ospedale. Lo ha reso noto il palazzo reale britannico. Il sovrano è tornato nella sua residenza, accompagnato dalla regina consorte Camilla. Il sovrano, a differenza di Kate, si è mostrato in pubblico all'uscita, con al fianco Camilla e indosso un cappotto scuro. Non senza rivolgere cenni di saluto e sorrisi a sudditi, curiosi e giornalisti assiepati di fronte alla struttura. Poi è salito in auto e, accompagnato dal corteo reale, si è allontanato. Il messaggio di rito di ringraziamento ai medici e agli infermieri che lo hanno assistito resta affidato all'attesa nota di poche righe di Buckingham Palace. Per Carlo inizia intanto un periodo di recupero che la corte aveva preannunciato come "breve" la settimana scorsa, ma rimanendo sul vago. E che secondo fonti ufficiose citate da Sky News si tradurrà in effetti in un'assenza da tutti gli impegni ufficiali esterni per circa "un mese".


Argomenti

Catherine
Convalescenza
Gran Bretagna
Kate Middleton
Kensington Palace
Londra
Ospedale
Principessa del Galles
Re Carlo III
Regno Unito
William
Windsor

Gli ultimi articoli di Raffaella Coppola

  • Barcone si capovolge davanti alla Calabria, 50 dispersi. Nel Mediterraneo altri soccorsi di migranti

    Barcone si capovolge davanti alla Calabria, 50 dispersi. Nel Mediterraneo altri soccorsi di migranti

  • La morte del generale Claudio Graziano, presidente Fincantieri. Il cordoglio di istituzioni e politica

    La morte del generale Claudio Graziano, presidente Fincantieri. Il cordoglio di istituzioni e politica

  • Netanyahu smentisce l'esercito sulla pausa umanitaria nella Striscia. Idf, l'ha chiesta il governo

    Netanyahu smentisce l'esercito sulla pausa umanitaria nella Striscia. Idf, l'ha chiesta il governo

  • Hunter Biden è stato giudicato colpevole. Il presidente degli Stati Uniti, accetto l'esito del processo

    Hunter Biden è stato giudicato colpevole. Il presidente degli Stati Uniti, accetto l'esito del processo

  • Il ministro Musumeci chiede una relazione sui tempi dei soccorsi al Natisone. La Procura di Udine acquisirà tabulati delle richieste di aiuto

    Il ministro Musumeci chiede una relazione sui tempi dei soccorsi al Natisone. La Procura di Udine acquisirà tabulati delle richieste di aiuto

  • Oggi è il World Turtle Day. Un viaggio nel mondo delle tartarughe e una giornata per ricordare che vanno protette

    Oggi è il World Turtle Day. Un viaggio nel mondo delle tartarughe e una giornata per ricordare che vanno protette

  • Al via la stagione della dichiarazione dei redditi. Quest'anno la novità del modello 730 semplificato

    Al via la stagione della dichiarazione dei redditi. Quest'anno la novità del modello 730 semplificato

  • La scomparsa di Susan Backlinie. L’attrice interpretò il ruolo della prima vittima de “Lo squalo”

    La scomparsa di Susan Backlinie. L’attrice interpretò il ruolo della prima vittima de “Lo squalo”

  • Scoperto e sgominato un giro di prostituzione minorile a Bari. Dieci arresti

    Scoperto e sgominato un giro di prostituzione minorile a Bari. Dieci arresti

  • La sedicenne iraniana Nika fu molestata e uccisa dagli agenti. La madre, ha lottato fino alla fine

    La sedicenne iraniana Nika fu molestata e uccisa dagli agenti. La madre, ha lottato fino alla fine