Menu green con i pesci dell'autunno, dalle acciughe al rombo

 21 settembre 2019

Il primo segnale del cambio di stagione arriva proprio dal mare quando le seppie e le triglie si spostano al largo

Dalle acciughe alle mazzancolle, passando per i calamari, le cicale di mare, il rombo, e il sarago. E' vario il menu di pesce da portare a tavola in autunno con tutte quelle specie che, non trovandosi in fase riproduttiva, possono essere pescate e consumate senza provocare danni all'eco sistema marino. Il primo segnale del cambio di stagione arriva proprio dal mare quando le seppie e le triglie si spostano al largo. Ed è quello che sta succedendo in queste ore nel tratto dell'Alto Adriatico, mare poco profondo dove le specie risentono di più delle variazioni di temperatura andando a cercare l'acqua più calda lontano dalla costa. Scegliere i pesci “giusti, nel rispetto della stagionalità", infatti, consiglia Fedagripesca-Confcooperative, significa minimizzare i costi di importazione, trasporto e conservazione, a vantaggio di sapore, salvadanaio e ambiente. E' bene conoscere i pesci di stagione visto che proprio in questo periodo 3 italiani su 4, secondo un'indagine dell'associazione, decidono di seguire un regime alimentare controllato con più pesce; si tratta della “finestra perfetta” tra i peccati di gola dell'estate appena trascorsa e i cenoni ipercalorici delle festività natalizie.
Menu green con i pesci dell'autunno, dalle acciughe al rombo

Share this story: