Napoli, dottoressa aggredita e picchiata, 30 giorni di malattia

 22 agosto 2019

Un gruppo di donne si è introdotto all’interno del Policlinico di San Giovanni Bosco e si è scagliato contro la donna procurandole la frattura del setto nasale, la direzione generale dell’ASL ha avviato una verifica interna

Aggressione e violenza al pronto soccorso di San Giovanni Bosco a Napoli. Una dottoressa è stata insultata e picchiata da un gruppo di donne, parenti del paziente in cura, che si erano introdotte all’interno della stanza poche ore prima. Il chirurgo, che stava svolgendo una consulenza, ha riportato la frattura del setto nasale. Il direttore generale dell’ASL , Ciro Verdoliva, ha spiegato che la convalescenza della donna durerà circa 30 giorni. “L’aggressione di questa notte è un gesto vile e indegno – ha aggiunto Verdoliva – ma ho garantito personalmente alla dottoressa che avrà il pieno appoggio dell’azienda anche in tribunale”. La direzione generale della clinica ha già avviato una verifica interna volta a ricostruire quanto accaduto e a comprendere come le donne siano riuscite ad entrare senza essere fermate dai controlli e ad aggirare i divieti. “Se qualcuno ancora crede di poter dettare legge al San Giovanni Bosco si sbaglia – ha infine dichiarato Verdoliva- Finché sarò io il direttore, l’ospedale sarà solo al servizio dei pazienti e non tollererò che il personale medico sia ostaggio di nessuno”.
Napoli, dottoressa aggredita e picchiata, 30 giorni di malattia

Share this story: