Nuovo picco di contagi. Ipotesi Super Green pass ai lavoratori nel primo Consiglio dei ministri di gennaio

30 dicembre 2021, ore 19:09

Il bollettino quotidiano del Ministero della Salute certifica record di nuovi casi e di tamponi. Forse già il 5 gennaio, il primo cdm dell’anno, per l’estensione del pass rafforzato ai lavoratori. Alla vigilia del Capodanno le nuove misure del governo, il problema delle capienze negli stadi

Già il 5 gennaio, con il primo consiglio dei ministri dell’anno, potrebbe arrivare l'ulteriore estensione del Super Green pass al mondo del lavoro. Subito in vigore dopo la pubblicazione in gazzetta ufficiale le nuove norme sulle quarantene, che escludono l'isolamento per i vaccinati con terza dose o se ha completato il ciclo da meno di quattro mesi, e le capienze al 50% negli stadi. L'estensione del Super green pass, anche a tutti i trasporti, scatterà invece dal 10 gennaio. Governo al lavoro anche sulla scuola, con l’ipotesi per primarie e secondarie, nel caso di due studenti positivi in una classe, dell'auto sorveglianza per i ragazzi vaccinati e la quarantena per i non vaccinati. L’arsenale anti covid si arricchisce di altri due antivirali, tra cui la pillola Merk che sarà consegnata alle regioni dal 4 gennaio, mentre Israele ha appena ricevuto il primo carico del farmaco orale Pfizer. Oggi in Italia sono 126.888 i casi di Covid, numero mai così alto, 156 le vittime e il tasso di positività è all’ 11,03%. Tamponi record in 24 ore a quota 1.150.352. Una corsa quella di contagi, ricoveri e tamponi confermata anche dai report settimanali dell’Agenas, l’agenzia per i servizi sanitari regionali e della Fondazione Gimbe.

FONTI, GOVERNO STUDIA SUPER PASS AL LAVORO PER PROSSIMO CDM

Già il 5 gennaio, con il primo consiglio dei ministri dell’anno, potrebbe arrivare l'ulteriore estensione del Super Green pass al mondo del lavoro. Il governo, secondo quanto si apprende, sta studiando come procedere, valutando le complessità nei vari settori. Apparirebbe difficile, al momento, distinguere per categorie soggettive, come ad esempio tutti i lavoratori della Pa o tutti i privati. In questi giorni continueranno gli approfondimenti tecnici e all'inizio della prossima settimana potrebbero anche essere consultate le parti sociali, sindacati e imprese.

NUOVE REGOLE QUARANTENA SUBITO CON DECRETO IN GAZZETTA

Entrano in vigore lo stesso giorno della pubblicazione del decreto in Gazzetta ufficiale, prevista nelle prossime ore, le nuove norme sulle quarantene, che escludono l'isolamento per i vaccinati con booster o con due dosi da meno di quattro mesi che vengano a contatto con una persona positiva al Covid, se asintomatici. Scatterà subito, spiegano fonti di governo, anche la stretta sulle capienze negli stadi. L'estensione del Super green pass sarà in vigore invece dal 10 gennaio. Le nuove regole, potrebbero essere specificate con una circolare dal Dipartimento di prevenzione del ministero della Salute.

IPOTESI NIENTE QUARANTENA PER VACCINATI CON 2 CASI IN CLASSE

Nuove norme sulle quarantene degli studenti sono allo studio da parte dei tecnici del governo. Per le scuole primarie e secondarie al momento l'ipotesi è di prevedere, nel caso di due studenti risultati positivi in una classe, solo l'auto sorveglianza per i ragazzi vaccinati e la quarantena per i non vaccinati.

I DATI GIMBE E AGENAS

Il tasso di occupazione dei posti letto da parte dei pazienti Covid nelle terapie intensive è passato in Italia dal 10% del 17 dicembre al 13% del 28 e 29 dicembre. L’Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, certifica che gli ultimi giorni hanno visto consolidare il superamento della soglia critica del 10%. L'occupazione dei posti letto da parte di pazienti Covid è in crescita in 7 Regioni: Lazio, Calabria, Campania, Piemonte, Sardegna e Veneto. Nella settimana di Natale, intanto, la Fondazione Gimbe registra un’impennata dell'80% di nuovi casi Covid una crescita del 20% di ricoverati e del 13% di persone in terapia intensiva. Aumentano anche i decessi: 1.024, con una media di 146 al giorno rispetto ai 126 della settimana precedente. E il balzo dei tamponi, passati da 3milioni 750mila a oltre 5 milioni.

Nuovo picco di contagi. Ipotesi Super Green pass ai lavoratori nel primo Consiglio dei ministri di gennaio

IL CAOS CAPIENZA STADI

La riduzione degli impianti all'aperto dal 75 al 50% prevista dal decreto anti-Covid varato ieri dal governo porta a rivedere anche i piani dei club della Serie A. E' il caso della Roma che in occasione del primo match casalingo del nuovo anno contro la Juventus, il 9 gennaio, aveva venduto già 42mila biglietti. Con l'Olimpico al 50% la capienza si riduce a circa 30mila posti totali creando un'eccedenza di 12mila tagliandi già staccati. Il club ha bloccato la vendita di altri biglietti e sta valutando cosa fare per chi non potrà usufruire del biglietto comprato. E dopo la Juventus, anche il Napoli comunica che le vendite relative ai match con Sampdoria e Fiorentina (mini abbonamenti) e con il Barcellona in Europa League sono momentaneamente bloccate per poter predisporre un nuovo riallineamento della mappa dei posti a sedere.

Tags: Agenas, Covid, Fondazione Gimbe, Lavoro, Quarantena, Scuola, Super Green Pass

Share this story: