Papa Francesco a Marsiglia, "Non c'è invasione di migranti, la soluzione non è respingere"

Papa Francesco a Marsiglia, "Non c'è invasione di migranti, la soluzione non è respingere"

Papa Francesco a Marsiglia, "Non c'è invasione di migranti, la soluzione non è respingere"


Papa Francesco, nel suo secondo giorno in Francia, ha chiuso i lavori degli Incontri del Mediterraneo di Marsiglia. Il Pontefice ha ancora una volta usato parole molto dure contro chi chiude i porti e ha invitato l'Europa ad accogliere. Secondo Bergoglio, non si può parlare di emergenza o invasione perché chi rischia la vita in mare non invade ma "cerca accoglienza, cerca vita"

Un lungo applauso ha accompagnato questa mattina il  discorso, di oltre 30 minuti, tenuto da Papa Francesco agli Incontri del Mediterraneo di Marsiglia, l’evento che riunisce i vescovi e i giovani provenienti dalle 5 rive del Mare Nostrum, iniziato lo scorso 17 settembre e che con la presenza del Pontefice si è concluso. Un’occasione per parlare di migrazioni, uno dei temi più cari a Bergoglio.

"Non c'è invasione di migranti, la soluzione non è respingere"

Nel suo intervento al Palais du Pharo, di fronte al presidente Emmanuel Macron e a diversi ministri, Papa Francesco ancora una volta ha usato parole molto dure contro chi chiude le frontiere e parla di invasione dei migranti. In particolare ha fatto riferimento ai vari porti chiusi:” Due parole sono risuonate, alimentando le paure della gente: 'invasione' ed 'emergenza'. Ma chi rischia la vita in mare non invade, cerca accoglienza, cerca vita – ha dichiarato il Santo Padre tra gli applausi del ministro dell'interno Gerald Darmanin, che solo alcuni giorni fa aveva affermato che i migranti di Lampedusa non sarebbero arrivati in Francia - Quanto all'emergenza, il fenomeno migratorio non è tanto un'urgenza momentanea, sempre buona per far divampare propagande allarmiste, ma un dato di fatto dei nostri tempi, un processo che coinvolge attorno al Mediterraneo tre continenti e che va governato con sapiente lungimiranza: con una responsabilità europea”. Secondo Bergoglio “contro la terribile piaga dello sfruttamento di esseri umani, la soluzione non è respingere, ma assicurare, secondo le possibilità di ciascuno, un ampio numero di ingressi legali e regolari, sostenibili grazie a un'accoglienza equa da parte del continente europeo, nel contesto di una collaborazione con i Paesi d'origine. Dire 'basta', invece, è chiudere gli occhi; tentare ora di 'salvare sé stessi' si tramuterà in tragedia domani”. Poi il richiamo di Papa Francesco: C'è un grido di dolore che più di tutti risuona, e che sta tramutando il mare nostrum in mare mortuum, il Mediterraneo da culla della civiltà a tomba della dignità. È il grido soffocato dei fratelli e delle sorelle migranti”.

L'incontro con Macron

Subito dopo il suo intervento Bergoglio ha incontrato il capo dell’Eliseo, Emmanuel Marcon in una sala privata del Palais du Pharo. L’ultimo appuntamento del suo viaggio apostolico sarà nel pomeriggio con la messa celebrata allo stadio Velodrome intorno alle 16. Poi alle 19,15 il Papa ripartirà per Roma dove dovrebbe giungere alle 20,50.



Argomenti

Incontri del Mediterraneo
Marsiglia
Papa Francesco

Gli ultimi articoli di Giovanni Perria

  • Cop28, la presidente del Consiglio Meloni, "serve una svolta ecologica non ideologica"

    Cop28, la presidente del Consiglio Meloni, "serve una svolta ecologica non ideologica"

  • Viterbo, esplosione in un centro di accoglienza per migranti, 30 persone sono rimaste ferite

    Viterbo, esplosione in un centro di accoglienza per migranti, 30 persone sono rimaste ferite

  • Cuneo, caccia al ragazzo di 21 anni che ha ucciso il padre e un amico di famiglia

    Cuneo, caccia al ragazzo di 21 anni che ha ucciso il padre e un amico di famiglia

  • Maltempo, Nord Italia alle prese con forti temporali, morta una ragazzina in un campo scout nel bresciano, nubifragio su Milano

    Maltempo, Nord Italia alle prese con forti temporali, morta una ragazzina in un campo scout nel bresciano, nubifragio su Milano

  • Firenze, sgomberato l'ex Hotel Astor, dove viveva la famiglia di Kata, scomparsa sabato scorso

    Firenze, sgomberato l'ex Hotel Astor, dove viveva la famiglia di Kata, scomparsa sabato scorso

  • Il comandante delle forze ucraine Zaluzhny lancia la controffensiva, "Ci riprendiamo ciò che è nostro"

    Il comandante delle forze ucraine Zaluzhny lancia la controffensiva, "Ci riprendiamo ciò che è nostro"

  • Paura in Vaticano, un auto sfonda il varco di controllo , arrestato l'uomo alla guida a due passi dal Palazzo Apostolico

    Paura in Vaticano, un auto sfonda il varco di controllo , arrestato l'uomo alla guida a due passi dal Palazzo Apostolico

  • Paura in Giappone, esplosione nel corso di un evento con il premier Khishida, nessun ferito, arrestato il responsabile

    Paura in Giappone, esplosione nel corso di un evento con il premier Khishida, nessun ferito, arrestato il responsabile

  • Confindustria, nel 2023 crescita modesta ma meglio del previsto con il Pil a + 0,4%, nel 2024 + 1,2%

    Confindustria, nel 2023 crescita modesta ma meglio del previsto con il Pil a + 0,4%, nel 2024 + 1,2%

  • Quarant'anni fa arrivava nei negozi il  Dyna Tac 8000x , il primo cellulare della storia

    Quarant'anni fa arrivava nei negozi il Dyna Tac 8000x , il primo cellulare della storia