Pogba-Inter, Allegri-Juventus: i due fuoriclasse di ritorno infiammano un calciomercato piuttosto avaro

16 aprile 2020, ore 16:00

Per ora sono ipotesi ma gli scenari si fanno sempre più possibili. I tormentoni della prossima estate. Le mosse del Milan e del Napoli

Due notizie scuotono la settimana del calciomercato: Pogba all’Inter; Allegri alla Juventus. Per ora, sia chiaro, non c’è nulla di definito e quindi vediamo come siano possibili queste operazioni. Paul Pogba è in uscita dal Manchester United. La Juve lo corteggia dall’anno scorso. Ma lui ha sempre opposto e tuttora oppone una certa ritrosia. Vuole il Real Madrid. E allora, perché l’Inter si fa sotto? Perché sa che può giocare la carta Antonio Conte.

E Conte corteggia l’ex-bianconero 

L’allenatore salentino e il centrocampista di origini guineane hanno lavorato assieme alla Juventus e si stimano reciprocamente. Sembra che Conte stia facendo un lavoro ai fianchi del giocatore, telefonandogli ogni due per tre, come l’ha fatta a suo tempo nei confronti di Lukaku che era vicinissimo alla Juve. E alla fine ha scelto l’Inter. Per ora è un’ipotesi suggestiva e invitante. Ma da un momento all’altro può diventare scenario più che possibile, sembra che il procuratore Mino Raiola non si opporrebbe all’offerta di Marotta.

Allegri, che nostalgia

Massimiliano Allegri ha diverse richieste. Per ora, solo sulla carta. L’ultima è quella del Newcastle. Da tempo Max sa che lo spogliatoio della Juventus non è del tutto in sintonia con Sarri e ci sono alcuni senatori che farebbero carte false perché l’allenatore dei cinque scudetti consecutivi torni sulla panca bianconera. Sarri deve vincere qualcosa, sempre che si torni a giocare in questa stagione. Solo un trofeo potrebbe garantirgli la riconferma al 100 per 100. In caso contrario, l’ombra di Allegri aleggerebbe sulla Continassa e sullo Stadium per la gioia dei giocatori e di quei tifosi che superficialmente lo accusavano di giocare in modo poco spettacolare. E che ora lo rimpiangono.

Lautaro-Barca: operazione in stand by 

La telenovela Lautaro al Barcellona continua tra dichiarazioni, smentite, pause di riflessione. In realtà qual è la situazione? L’Inter fa sapere che lascia partire il ragazzo solo a fronte di un bell’assegno di 111 milioni o giù di lì. Il Barca che non sta attraversando un periodo finanziariamente felice, vuole inserire contropartite. Ecco la controproposta-provocazione di Marotta: noi vi diamo Lautaro, voi ci date Griezmann, l’operazione Vidal in nerazzurro viaggia su binari paralleli ma distanti. Il diktat dell’Inter ha un duplice significato: fa sapere al Barca che questa trattativa può avere una sola soluzione. E ad eventuali altri clienti, leggi Chelsea, che è inutile pensare di aprire trattative se non si ha la disponibilità a sganciare un assegno molto molto ricco. E, sempre a proposito di Inter, l’operazione Chiesa-Castrovilli in nerazzurro è tra quelle principali nel gioco delle strategie di mercato. L’ultima offerta a Comisso è: Dalbert-Galiardini-Nainggolan in viola. Forse il presidente della Fiorentina un pensierino ce lo sta facendo.


Pogba-Inter, Allegri-Juventus: i due fuoriclasse di ritorno infiammano un calciomercato piuttosto avaro

Milan, sogno Tonali

Il Milan esce a carte scoperte su Tonali, il talento del Brescia ambito anche da Juventus e la stessa Inter. Il Milan sarebbe disposto a spendere 40 milioni, una cifra ricavata dalla cessione ormai certa di Donnarumma, quotato 30/35 milioni, sembra scontata la destinazione PSG, cui eventualmente aggiungere un pugno di milioncini. Per ora il presidente delle Rondinelle Cellino non ci sente più di tanto. La sua posizione è chiara: vuole che attorno al gioiellino bresciano, si intavoli un’asta a salire tra le potenti della A e magari qualche società della Premier. E a che punto è il tormentone Icardi? Le ultime parlano di un accordo già raggiunto tra il centravanti argentino e la Juventus cui verrebbe girato dal PSG dopo averlo riscattato dall’Inter. Ma le voci che lo dirotterebbero al Milan non accennano a placarsi.

Napoli: in attesa di Ibra, le alternative

Il Napoli è sempre alle prese con il rinnovo di Mertens che sembra molto vicino all’Inter. E per ora non vi sono aggiornamenti sulla vicenda Calhanoglu-Ibrahimovic alla corte di Gattuso che continua a sognare di poterli allenare nel 2020-2021. Più realisticamente, dopo il no del Real Madrid alla richiesta su Jovic, si fanno due nomi per l’attacco dei partenopei: quello di Sardan Azmoun, 25 anni, Zenit San Pietroburgo, 14 milioni la sua valutazione. E quello di Alexander Sorloth , 25 anni pure lui, proprietà Crystal Palace, ora in prestito al Trabzonospor, quotazione di 12 milioni. I primi contatti tra Giuntoli e l’entourage del giocatore fanno ben sperare.


Tags: Allegri, Calciomercato, Conte, Inter, Juve, Milan, Pogba, Serie A

Share this story: