Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
- Palermo: oggi il 27esimo anniversario della strage di Capaci, furono assassinati il giudice Falcone, la moglie e tre uomini della scorta
- Roma: anniversario strage Capaci, presidente della Repubblica Mattarella, il loro sacrificio motore di riscossa civile, premier Conte, obiettivo fare terra bruciata alla mafia
- Gran Bretagna: seggi aperti nel Paese per le elezioni europee, oggi si vota anche in Olanda
- Milano: bimbo di due anni morto in casa, parla il padre, l'ho picchiato, non credevo che l'avrei ucciso
- Novara: la Questura indaga su morte di un bambino di neppure due anni, giunto in ospedale ormai privo di vita
- Pavia: ragazzo di 15 anni bullizzato e picchiato a scuola, rischia di perdere la vista da un occhio, i genitori denunciano vessazioni durate mesi
- Roma: rapporto Agenzia Entrate-Abi, mercato immobiliare al top dal 2010, +6.5% nel 2018
- Calcio: l'agenzia Agi annuncia il clamoroso accordo fra la Juventus e Pep Guardiola, 24 milioni di euro all'anno per 4 anni, nessuna conferma ufficiale, il titolo vola in Borsa
- Formula 1: oggi prime sessioni di prove libere in vista del Gran Premio di Monaco, volano le Mercedes, la Ferrari insegue, la F1 ricorda Niki Lauda
- Ciclismo: Giro d'Italia, Benedetti vince la 12esima tappa da Cuneo a Pinerolo, maglia rosa per Polanc
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
16 ottobre 2018

Pompei, cambia la data dell'eruzione del Vesuvio

La scoperta di un'iscrizione varia la storia, non ad Agosto ma ad Ottobre del 79 d.C.

C'e' una scoperta che potrebbe cambiare i libri di storia. Perche' se fino ad oggi si pensava che l'eruzione del Vesuvio si fosse verificata il 23 agosto del 79 d.C, dopo il rinvenimento nella citta' antica di Pompei di una iscrizione a carboncino il periodo potrebbe essere diverso, vale a dire ottobre del 79 d.C.. E ci sarebbe anche una data piuttosto precisa: il 24 ottobre. Scatta, dunque, cosi' una conferma a dubbi, sulla data dell'eruzione, che per la verita' erano gia' venuti fuori. Dubbi nati dal rinvenimento, negli scavi di Pompei, di melograni, che di solito ci sono nel periodo autunnale, di bacche anch'esse autunnali e di bracieri. Una "scoperta straordinaria", la definisce il ministro dei Beni Culturali, Alberto Bonisoli, che rappresenta "l'eccezionale competenza del nostro Paese". Ed ecco come si e' arrivati alla nuova data dell'eruzione. Durante gli scavi nella cosiddetta Regio V e' stata trovata, in un ambiente della casa in corso di ristrutturazione, l'iscrizione a carboncino. Secondo quanto raccontato dal direttore generale Massimo Osanna, ad inciderla sarebbe stato un operaio che definisce 'buontempone' per il contenuto scherzoso della frase. La scritta e' datata al sedicesimo giorno prima delle calende di novembre corrispondente al 17 ottobre. Trattandosi di carboncino, fragile ed evanescente, che non avrebbe potuto resistere a lungo nel tempo, e' piu' che probabile che si tratti dell'ottobre del 79 d.C. una settimana prima della grande catastrofe che, secondo questa ipotesi, sarebbe avvenuta il 24 ottobre. Ad oggi, sottolinea il ministro Bonisoli, "ci fermavamo alla datazione della lettera di Plinio che fissava l'eruzione al 23 agosto. Puo' darsi, un po' di piu' del puo' darsi, che qualche amanuense nel corso del Medioevo abbia fatto una trascrizione non fedele e per tanto tempo abbiamo pensato che l'eruzione fosse stata ad agosto. Oggi con umilta' stiamo riscrivendo i libri di storia". 

Pompei, cambia la data dell'eruzione del Vesuvio